Canapisa questione nazionale: anche Selvaggia Lucarelli scende in piazza

La contro-manifestazione lanciata dal sindaco Conti ("sarò in piazza con la fascia tricolore") e la contrarietà di Salvini hanno aumentato l'interesse mediatico sul caso

Selvaggia Lucarelli

E' sempre più battaglia su Canapisa. La parata antiproibizionista, che si svolge da 18 anni in città, ha da sempre fatto discutere, vuoi per i suoi contenuti, vuoi per i disagi che un corteo di migliaia di persone crea, specie se accompagnato dalle lamentele di associazioni di commercianti e residenti per il degrado legato al post manifestazione. L'attuale maggioranza di Palazzo Gambacorti ha fatto del suo contrasto a Canapisa una bandiera ed una promessa elettorale, con gli esponenti della Lega - fino al leader e Ministro dell'Interno Salvini - che hanno duramente osteggiato la street-parade.

Si è così vista un'escalation di polemiche ed attenzione mediatica, più che in passato. A dimostrare questo maggiore interesse, anche nazionale, ci sarà anche la presenza in piazza della nota opinionista e influencer Selvaggia Lucarelli. La blogger infatti ha risposto con un inequivocabile "ci vediamo sabato" ad un post su Facebook dell'ex assessore alla cultura e candidato alle comunali Dario Danti, con il quale è in contatto. Ma andiamo con ordine.

Lo 'scontro' fra amministrazione e organizzatori di Canapisa va avanti da giorni, senza che ci sia stata una parola definitiva sul tracciato o sul divieto alla manifestazione. Si è quindi arrivati alla contro-manifestazione lanciata dall'amministrazione, con in testa il sindaco Michele Conti. Stamani, 13 maggio, ha ricordato su Facebook che "sabato pomeriggio sarò in piazza con la fascia tricolore per ribadire che la città è stanca di ospitare un corteo indecoroso che nulla ha a che fare con Pisa, la sua storia, i suoi cittadini. C'è bisogno di dare un segnale forte, la città non vuole più ospitare Canapisa! Vi aspetto".

Un dettaglio, quello della fascia tricolore, che non è piaciuto a Danti, che ha voluto replicare: "Il sindaco di Pisa Michele Conti sabato andrà in piazza con la fascia tricolore alla manifestazione organizzata dai partiti della sua coalizione per dire no a Canapisa. E' un fatto inedito e grave: la fascia tricolore rappresenta tutti i cittadini e non può essere strumentalizzata ostentandola in una iniziativa di una parte politica. Al tempo stesso, è un segno di enorme debolezza: non sono riusciti a impedire Canapisa e ora vogliono goffamente piegare le istituzioni democratiche a logiche di fazione".

E' proprio a questo punto che è intervenuta la Lucarelli, confermando in un commento la sua presenza a Pisa nel giorno di Canapisa. L'opinionista peraltro, lo scorso 11 maggio, aveva ironizzato sul video della sfortunata inagurazione dell'Incile: "Il sindaco leghista di Pisa Michele Conti - ha scritto su Facebook - affiancato dal prezzemolino deputato leghista Ziello, riesce a inaugurare l'apertura ufficiale di un canale, replicando il fantozziano varo della contessa Serbelloni Mazzanti Vien Dal Mare. Questi vogliono prendersi la Toscana, non riescono manco a rompere 'na bottiglia. Rido da un'ora".

Potrebbe interessarti

  • Aperitivi e cocktail estivi: 5 proposte da Marina a Calambrone

  • Attenzione al ragno violino: come difendersi dal suo morso

  • Mantenere puliti i capelli: le abitudini più comuni da evitare

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Tutti con gli occhi al cielo: arriva l'eclissi di Luna

  • Scooter contro auto: muore 18enne

  • Incidente stradale sull'Arnaccio: due persone in ospedale

  • Ricerche per una donna dispersa in mare: ritrovata sulla spiaggia di San Rossore

  • All'ospedale Cisanello il metabolismo si studia in una stanza

  • Morto in scooter a 18 anni: la polizia cerca un possibile testimone chiave

Torna su
PisaToday è in caricamento