A Pisa arrivano semafori più intelligenti e tecnologici

Piattaforma centralizzata per la telegestione degli impianti che permetterà anche di attivare piani semaforici specifici per le ore di punta o per eventi eccezionali

Nuovo sistema di telegestione degli impianti semaforici messo a punto appena pochi giorni fa a Pisa. L'impianto, che permette di ottimizzare la gestione del traffico e di intervenire in tempi ridotti in caso di emergenze o guasti, è stato presentato da Pisamo e Avr all'assessore alla Mobilità urbana Massimo Dringoli.

La rete stradale del Comune di Pisa è dotata di 44 impianti semaforici, che, grazie al nuovo sistema, saranno comandati da un 'regolatore' in loco e controllati da remoto mediante un’apposita piattaforma centralizzata, capace di regolare automaticamente le tempistiche di accensione e spegnimento dei semafori, segnalare in tempo reale anomalie o guasti, progettare e attivare piani semaforici specifici per le ore di punta o per eventi eccezionali, monitorare i flussi di traffico.
La manutenzione degli impianti semaforici viene programmata ed eseguita da Avr sulla base del monitoraggio reso possibile dalla piattaforma, che è stata realizzata e adeguata alle esigenze della città di Pisa, dalla ditta Semaforica – Tcsen di Padova.

“Con questo sistema intelligente di gestione degli impianti semaforici - commenta l’assessore Dringoli - potremo disporre di uno strumento in più per regolare in modo efficiente il traffico e monitorarne i flussi, anche laddove non è possibile realizzare interventi di fluidificazione del traffico, come le rotatorie”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pisa usa la nostra Partner App gratuita !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Magari cominciare a eliminare, mediante rotonde, quelli sull'Aurelia in zona San Rossore? o quello al Ponte del Cep a Porta a Mare? basta vedere il miglioramento netto del traffico dopo la realizzazione della rotonda davanti a Media World.

  • Finché non si metterà mano a un piano organico di razionalizzazione del traffico non ci sarà scampo per il traffico automobilistico. La quantità di sensi unici, e di giri a vuoto, è tale che il traffico assomiglia a una maionese impazzita per buona parte della giornata. Meglio chiudere parti del centro storico al traffico (ma non i lungarni), migliorare le navette per i parcheggi scambiatori, e snellire i punti critici.

  • Ma imitare l'estero è troppo difficile? Ad esempio con sensori a terra che rilevano il passaggio delle auto e con semafori che diventano verdi se dall'altra carreggiata non passa nessuno? No, dobbiamo sempre complicare tutto.

  • Ganzissimo! Ora mancano solo gli automobilisti intelligenti e poi siamo al TOP!!

    • La vedo un’impresa ardua riguardo gli automobilisti!!!

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Ghezzano, incidente nei pressi della Lidl: ferito un ciclista

  • Cronaca

    Migrante morto nel rogo in Calabria: il 29enne era stato spacciatore a Pisa

  • Cronaca

    Municipale, più agenti in centro storico: "Operazione che ricadrà sulle periferie"

  • Cronaca

    Case popolari a Sant'Ermete, il Comune: "Nessun dialogo con chi fa dell'illegalità una bandiera"

I più letti della settimana

  • Intervento chirurgico eccezionale a Cisanello: salvato paziente in gravi condizioni

  • Trascinata dall'auto del fidanzato: è grave

  • Via Cattaneo: chiusa la macelleria islamica

  • Vive in cantina, occupa una casa in Sant'Ermete e il Comune gli fa causa: "Uno dei tanti casi, servono risposte"

  • Tatuatore pisano tiene in ostaggio due persone armato di pistola e coltello: arrestato

  • 'A Silvia' e l'ispirazione poetica: quando Giacomo Leopardi ritrovò l'amore a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento