Bus turistici nel parcheggio del Pisa Mover: il Tar dà ragione al Comune

Bocciata la richiesta di sospensiva del provvedimento presentata da Toscana Aeroporti. Ordinanza in vigore dal 19 aprile

E' stata bocciata dal Tribunale Amministrativo Regionale la richiesta di sospensiva, presentata da Toscana Aeroporti (e poi anche dalla società Autostradale), del provvedimento che dal prossimo 19 aprile vedrà i bus per turisti diretti all'aeroporto fare tappa al parcheggio scambiatore del Pisa Mover, in modo che poi da qui possano prendere la navetta veloce che li farà arrivare al 'Galilei'. La decisione era stata formalizzata con un'ordinanza del Comune lo scorso 6 febbraio e aveva trovato la ferma contrarietà dell'azienda che gestisce gli scali aeroportuali di Pisa e Firenze.

"Appaiono bizzarre - aveva affermato Toscana Aeroporti - le motivazioni secondo cui gli autobus diretti in aeroporto creerebbero problemi di traffico e inquinamento nel quartiere San Giusto/San Marco, considerato che, come è ben noto, gli autobus oggi percorrono lo svincolo della Fi-Pi-Li entrando direttamente in aeroporto senza transitare per le strade dei quartieri in questione". Secondo la società che gestisce gli scali di Pisa e Firenze la decisione provocherà invece "gravi disservizi agli oltre 450mila passeggeri che oggi viaggiano tra Firenze e Pisa per utilizzare l’aeroporto Galileo Galilei", con un aumento in termini di costi (+25%), di tempi (almeno un quarto d’ora per scendere dagli autobus, percorrere a piedi circa 300 metri, arrivare alla fermata dello shuttle, prendere due ascensori, attraversare i binari, acquistare i biglietti, il tutto con i bagagli appresso) e di scomodità (doppio scarico dei bagagli).
A sostenere la decisione del Comune, dopo la bocciatura anche da parte del segretario provinciale del Pd Massimiliano Sonetti, erano scesi in campo gli assessori Ylenia Zambito e Andrea Serfogli, che avevano sottolineato come la decisione di impedire agli autobus di collegamento tra Pisa e Firenze di arrivare davanti all'aeroporto era una scelta contenuta in tutti gli accordi preliminari sottoscritti dai vari enti promotori del Pisa Mover, tra cui anche Sat che gestiva lo scalo pisano.

Una lunga diatriba in cui molti esponenti politici erano intervenuti e che era passata poi dal ricorso al Tar da parte di Toscana Aeroporti per cercare di bloccare il provvedimento. Il Tribunale però si è espresso dando ragione al Comune che ora aspetta per leggere le motivazioni.

Il commento di Toscana Aeroporti

"In merito al rigetto da parte del TAR della richiesta di sospensiva dell'ordinanza comunale che prevede la sosta degli autobus diretti all'aeroporto di Pisa presso il parcheggio scambiatore del Pisamover a partire dal prossimo 19 aprile - si legge in una nota - Toscana Aeroporti tiene a precisare che il ricorso fu presentato con l’obiettivo di continuare a offrire il miglior servizio possibile ai fruitori dello scalo, come peraltro previsto dalla concessione pubblica in essere. La società sottolinea inoltre come si tratti solamente di un’ordinanza cautelare che ha respinto la domanda di sospensiva con l’unica motivazione secondo la quale non ricorrono i presupposti di urgenza e di danno irreparabile. Il giudizio di merito è infatti già fissato per l'udienza del prossimo 24 ottobre".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pisa usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piena dell'Arno e maltempo: la diretta della giornata

  • Piena dell'Arno a Pisa: negozi chiusi dalle 18.30, lunedì scuole chiuse

  • Arno a Pisa, il sindaco: "Piena contenuta dalle spallette"

  • Piena dell'Arno: attivata la procedura di sicurezza, lungarni chiusi

  • Piena dell'Arno, fase di picco attesa per la tarda serata: "Ci siamo mossi in anticipo, siamo pronti"

  • Piena dell'Arno: ponti chiusi anche ai pedoni, picco atteso dalle 22

Torna su
PisaToday è in caricamento