Bracconaggio: sequestrati strumenti per la pesca illegale lungo i Navicelli

I controlli proseguono su tutto il territorio provinciale. Sanzioni salate per i trasgressori

Rinvenuti e sequestrati dalle Guardie ittico-venatorie dell'Enal Caccia e dai Carabinieri Forestali mezzi non consentiti per l'esercizio della pesca in acque interne. Nel dettaglio di tratta di cassette contenenti fascine di salice. Il materiale era stato messo lungo il Canale dei Navicelli per la cattura di anguille e piccoli crostacei.
Il fenomeno del bracconaggio ittico è diffuso su tutta la provincia di Pisa ed altrettanto serrato è il controllo di tale attività che prevede per i trasgressori sanzioni sia di natura amministrativa che penale.

Potrebbe interessarti

  • Aperitivi e cocktail estivi: 5 proposte da Marina a Calambrone

  • Attenzione al ragno violino: come difendersi dal suo morso

  • Mantenere puliti i capelli: le abitudini più comuni da evitare

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Tutti con gli occhi al cielo: arriva l'eclissi di Luna

  • Scooter contro auto: muore 18enne

  • Incidente stradale sull'Arnaccio: due persone in ospedale

  • Ricerche per una donna dispersa in mare: ritrovata sulla spiaggia di San Rossore

  • All'ospedale Cisanello il metabolismo si studia in una stanza

  • Morto in scooter a 18 anni: la polizia cerca un possibile testimone chiave

Torna su
PisaToday è in caricamento