Ponte a Egola, spari contro ragazza: all'origine vicenda di sesso e soldi

Nuovi sviluppi della vicenda di Via Leporaia: i carabinieri stanno indagando sulla famiglia della ragazza e sui movimenti bancari dell'uomo che sarebbe sposato e con tre figli. Ha sparato cinque colpi di fucile contro la porta blindata

Sesso e soldi dietro alla vicenda avvenuta ieri a Ponte a Egola, nel Comune di San Miniato, in cui un uomo di 72 anni ha sparato cinque colpi di fucile a una porta blindata di un appartamento in un condominio per riuscire a parlare con una giovane di 23 anni.

G.C., l'uomo poi arrestato, e la ragazza si frequentavano da un paio d'anni, come spiegato dai carabinieri in una conferenza stampa stamani al comando provinciale dell'Arma, sottolineando che le indagini adesso si stanno soffermando sul ruolo della famiglia della giovane e sui movimenti bancari dell'uomo, compresi eventuali assegni o regali costosi che il pensionato avrebbe elargito alla donna.

Secondo quanto appreso, l'uomo è sposato e ha tre figli, ma da quando aveva cominciato a frequentare la giovane la vita della sua famiglia era stata stravolta. Il fucile utilizzato da Calorini é un calibro 12, regolarmente detenuto, ma utilizzabile all'esterno della sua abitazione solo nei periodi di caccia. Per questo l'uomo è accusato di porto abusivo d'armi, oltre che di tentato omicidio plurimo, sequestro di persona, resistenza a pubblico ufficiale e violazione di domicilio.

La ricostruzione della dinamica descrive Calorini che apre a spallate la porta di casa della ragazza situata al terzo piano, dove all'interno oltre a lei c'é la sorella di 14 anni. La ventitreenne riesce a sfuggire all'uomo e s'infila nell'appartamento della vicina di pianerottolo che si era affacciata allarmata dalle urla e dalla confusione. Una volta chiusa la porta Calorini esplode tre colpi a distanza ravvicinata sulla serratura per poi spararne altre due, uno in alto e uno in basso e tenerne uno in canna. Nel frattempo, un carabiniere si avvicina dal secondo piano, seguito da altri due militari. Con una scusa e approfittando di un momento di distrazione del pensionato, comincia una colluttazione fino all'arresto, salutato dall'applauso di vicini e curiosi. (fonte Ansa)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Dà in escandescenze e devasta il ristorante di fronte a clienti e proprietari

  • Cucina: undici ristoranti pisani nella guida 'L'Espresso'

  • Fisica, matematica, chimica: la Normale di Pisa è la prima università al mondo nella ricerca

  • Lutto all'Università: è morto il professor Berardo Cori

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

Torna su
PisaToday è in caricamento