'Sfratti Zero': davanti al Comune la manifestazione dell'Unione Inquilini

Il gruppo consiliare di Ciccio Auletta presenterà anche una mozione in Consiglio Comunale per chiedere di fermare gli sfratti per morosità incolpevole

Un presidio anti-sfratto davanti alla Prefettura (foto d'archivio)

Si svolgerà anche a Pisa la giornata 'Sfratti Zero' promossa da Unione Inquilini. Per l'occasione mercoledì 10 ottobre a partire dalle ore 17.30 è in programma un presidio davanti a Palazzo Gambacorti, mentre domani, martedì, il gruppo consiliare Diritti in Comune chiederà in Consiglio Comunale di discutere e votare la mozione 'Sfratti Zero' nella città della Torre, che prevede tra le altre cose lo stop agli sfratti per morosità incolpevole.

"Stiamo vivendo, e i Comuni sono drammaticamente in prima linea nel cercare di dare risposte e non avere alcun supporto economico, legislativo, ecc, per poterlo fare, un'emergenza sociale di cui nessuno parla, salvo i dati drammatici di centinaia di migliaia di famiglie in lista d’attesa di un alloggio, e l’esplosione degli sfratti esecutivi in buona parte per morosità incolpevole ('perdi il lavoro e perdi la casa') - sottolineano dalla Rete delle Città in Comune, a cui aderisce Diritti in Comune - un dramma che si espande a macchia d’olio ormai da anni, moltiplicatosi con la crisi economica. Manca in questo paese da decenni un serio piano di edilizia pubblica, non si danno ai Comuni strumenti per affrontarla, per recuperare l’esistente, non si applicano circolari e normative che permetterebbero di mappare e utilizzare l’immenso patrimonio pubblico, e non solo, di immobili abbandonati o inutilizzati per rispondere al bisogno casa".

"Per questo - affermano ancora dalla Rete che appoggia l'Unione Inquilini nell'iniziativa 'Sfratti Zero' - va riacceso un faro su questo tema, per questo è importante la giornata del 10 ottobre, nella quale sono previste manifestazioni in decine e decine di città e sarà presentato nei Comuni dove siamo presenti (come a Pisa con Diritti in Comune, ndr) un ordine del giorno che va nella direzione di un impegno dell’ente locale e di una sollecitazione pressante al Governo perché si occupi di questo e la smetta con la lettura da ordine pubblico iniziata dal precedente esecutivo e accelerata con questo e con la sua recente circolare sugli sgomberi, fiore all’occhiello dell’indagato ministro Salvini, che punta solo a difendere i grandi proprietari e a buttare in mezzo alla strada tante e tanti affinché sia sempre più vero un fenomeno già in atto da anni: gente senza case e case senza gente".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Peccioli: morta una donna

  • Maltempo: codice giallo per temporali nelle zone interne orientali della Toscana

  • Si sente male in agriturismo: morto

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

  • Cascina: il corpo di un 64enne ritrovato dietro la chiesa dell'Arnaccio

  • Alcol e droga a 16 anni: ricoverata in gravi condizioni

Torna su
PisaToday è in caricamento