Sguardo di vicinato: "Continuiamo su questa strada"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Nell'accogliere con grande favore la firma del protocollo d'intesa sullo "Sguardo di Vicinato" tra Sindaci, Prefettura, Questura e tutte le altre forze dell'ordine sottolineiamo il lungo e tortuoso percorso che ebbe inizio nell'ottobre 2015 con la prima riunione in cui il dott. Francini, all'epoca Questore di Pisa, propose, mutuandolo dal modello statunitense, il programma di “Sguardo di Vicinato (Neighbourhood Watch)”.

Il progetto aveva come fulcro il quartiere Putignano/Sant'Ermete ed aveva lo scopo precipuo di contrastare il dilagare dei furti e ricreare quel senso di comunità ormai perduto; nonostante le prime perplessità il progetto ebbe avvio tra Questura e pochi vicini di casa. Tra la fine del 2016 e il 2017 il progetto si diffuse nel quartiere Putignano/Sant'Ermete a macchia d’olio ed i residenti decisero di strutturarsi in gruppi di “Sguardo di Vicinato (Neighbourhood Watch)”; dopo Putignano/Sant'Ermete partirono i quartieri di Riglione, I Passi, Porta a Mare, via Santa Maria. Sempre nel 2017, in seguito a diversi furti sventati, l'allora Prefetto dott.ssa Pagliuca decise di incontrare i rappresentati dei gruppi Sguardo di Vicinato per congratularsi e sostenere il modello in affermazione.

Nel Gennaio 2018 i referenti di Sguardo di Vicinato furono invitati a partecipare attivamente ad un Comitato Provinciale per l'ordina e la sicurezza pubblica svoltosi in Prefettura a seguito di alcuni eventi delittuosi; sempre nel 2018 il dott. Rossi subentrava al dott. Francini quale Questore di Pisa il quale decideva di continuare a portare avanti il progetto di sicurezza partecipata introdotto dal predecessore sostenendo il consolidamento dei gruppi già esistenti e guardando con favore i nascenti. Divenuto ormai un modello da seguire ed una realtà concreta, vari partiti, nell'ambito della campagna amministrativa PISA 2018, decidevano di inserirlo nei propri programmi elettorali. Mentre si consolidavano i gruppi già esistenti e nascevano quelli nuovi di Porta Fiorentina/la Cella, Cisanello zona Isola Verde, a fine ottobre 2018, veniva costituita l'Associazione Sguardo di Vicinato ONLUS.

L'Associazione regolarmente costituita, iscritta al registro delle onlus, fondata per volontà dell'attuale  presidente Alessandra Orlanza, per dare ordine e coesione ad i gruppi già in essere sul territorio, che lei stessa ha supportato nella loro costituzione interfacciandosi con la Questura di Pisa,  per migliorare il coinvolgimento  dei cittadini nella collaborazione reciproca con le FF.OO. al fine di individuare le problematiche e tutti quegli elementi che costituiscono disordine e degrado. Lo scopo principale è stato e continua ad essere quello di rafforzare i legami all’interno della comunità, dando maggiore attenzione alle fasce di persone più deboli e contribuire anche al recupero di aree abbandonate e degradate, possibile scenario di attività illegali.

Inoltre si prefigge di: diffondere la cultura della sicurezza partecipata, consolidare e supportare i gruppi già  esistenti, guidare la nascita dei nuovi gruppi, creare e mantenere il contatto con le forze dell'ordine, controllare che le attività dei gruppi siano sempre in linea con le linee guida dettate, creare un legame tra tutti i gruppi.

In quest’ottica è stata costruita una fitta rete territoriale di volontari organizzati a struttura piramidale, con lo scopo principale di fornire il proprio supporto alla Prefettura, F.F.O.O e Comune.

Nel 2019 partivano i gruppi di La vettola, Porta a' Lucca, Litorale pisano e zona stazione (questi ultimi due non ancora ufficializzati) e si giunge ad oggi alla firma del protocollo d'intesa fortemente voluto dal dott. Castaldo Prefetto di Pisa, subentrato nel dicembre 2018 alla dott.ssa Pagliuca, nell'ambito delle Linee Guida per l'attuazione della sicurezza urbana art. 5 del Decreto Legge n°14 del febbraio 2017 e successive modifiche.

Noi direttivo dell'Associazione Sguardo di Vicinato nel descrivere, in sommi capi, il tortuoso percorso, ringraziamo le istituzioni tutte ribadendo con vigore la vicinanza e la collaborazione sinergica dell'Associazione affinché si prosegua sul giusto tracciato.

Torna su
PisaToday è in caricamento