'Sguardo di vicinato': anche a La Vettola l'occhio dei cittadini vigilerà sul quartiere

Venerdì un incontro pubblico per presentare il progetto ai residenti della zona. La responsabile, Alessandra Orlanza: "Nei quartieri in cui è stato utilizzato è aumentata la sicurezza"

Via Livornese, nella zona di La Vettola

Lo sguardo di vicinato si estende anche a La Vettola. Si svolgerà venerdì 5 aprile alle 18, al circolo 'Il Cavallino Rosso' di via Livornese, un incontro pubblico per presentare il progetto e le sue modalità di funzionamento ai residenti della zona. Un incontro al quale prenderanno parte anche il vicequestore di Pisa, Paolo Pizzimenti, ed il comando della Polizia Municipale cittadina. "Il sistema - spiega Alessandra Orlanza responsabile del progetto - è già in uso già in altre zone cittadine da più di due anni e si è maggiormente strutturato a partire dalla riunione dei vari referenti nell'omonima associazione 'Sguardo di vicinato' nello scorso novembre". 

Ad oggi i quartieri interessati dal progetto sono: Putignano/Riglione, I Passi/Porta a Lucca, Porta a Mare, Santa Maria, Cisanello/Pisanova, Porta Fiorentina e ora anche La Vettola. "Nelle prossime settimane - prosegue la Orlanza - il progetto potrebbe estendersi anche in zona stazione: in particolare abbiamo ricevuto richieste di adesione dall'area di via Corridoni e via Alessandro della Spina. Il nostro obiettivo per il futuro è quello di arrivare a siglare un protocollo operativo con tutte le forze dell'ordine, dalla Municipale alla Guardia di finanza, passando per Polizia e Carabinieri, in modo da coinvolgere tutti, ognuno secondo le proprie effettive competenze".

Le problematiche che vengono segnalate nelle diverse chat sono infatti le più varie. "Ogni quartiere ha i suoi problemi specifici. Ad esempio - afferma la Orlanza - le zone di Porta Fiorentina e via Santa Maria si caratterizzano principalmente per problematiche legato allo spaccio, mentre quelle di Pisanova e Putignano/Riglione per quelle legate al degrado e all'abbandono selvaggio di rifiuti. Sempre Putignano/Riglione ma anche I Passi/Porta a Lucca si caratterizzano invece soprattutto per i furti e le truffe ad anziani". 

Nei quartieri in cui è stato utilizzato il sistema ha dato finora risultati positivi. "Ovviamente - prosegue la Orlanza - non si risolve il problema sicurezza, ma si fanno passi avanti partendo dalle piccole cose. Nelle zone in cui è stato utilizzato lo sguardo di vicinato abbiamo registrato una riduzione degli episodi criminosi, forse perchè anche gli stessi malviventi sanno che ci sono più occhi a controllarli".

"Le chat - continua la Orlanza - vengono utilizzate per segnalare problemi o potenziali pericoli e aiutano anche a ricostruire quel senso di comunità che si è un pò perduto negli ultimi tempi. I cittadini partecipano attivamente, consci anche del fatto che non sono costretti ad esporsi in prima persona: le segnalazioni vengono infatti raccolte dai responsabili di ogni chat che, dopo averle filtrate, le riferiscono ai referenti della questura. Nessuno vuole sostituirsi alle forze dell'ordine, ma con più occhi attenti nel quartiere si può essere tutti più tranquilli". 

In più di un caso le segnalazioni dei cittadini hanno portato a risultati concreti. "Ad esempio - afferma la Orlanza - gli arresti per droga effettuati un paio di settimane fa in via Cattaneo, nascono proprio dalle segnalazioni fatte sul gruppo Whatsapp. Ma ci sono diversi esempi. Un paio di mesi fa, in via dell'Arginone, una persona che stava portando a passeggio il cane ha notato nel giardino di una casa privata un uomo con una torcia in atteggiamenti quanto meno sospetti. Il presunto malvivente è poi riuscito a fuggire ma la segnalazione del cittadino ha permesso comunque di sventare un probabile furto in un'abitazione".

Per aderire al progetto è possibile scrivere a: sguardodivicinatopisa@gmail.com


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 9 e 10 novembre

  • Sciopero benzinai per due giorni, tutto confermato: orari e motivi della protesta

  • Lungarno Mediceo, pub pericoloso per l'ordine pubblico: chiuso (ancora) per 20 giorni

  • Via Caruso: incendio nella facoltà d'Ingegneria

  • Forti temporali in arrivo: allerta meteo arancione

  • I consigli per pulire i termosifoni e farli funzionare meglio

Torna su
PisaToday è in caricamento