Sicurezza, Confcommercio: "Imprenditori sotto assedio, censire gli insediamenti abusivi"

L'associazione lancia l'allarme sulla presenza di nomadi sul territorio e chiede un intervento delle istituzioni

Federico Pieragnoli, direttore di Confcommercio Pisa, lancia l'allarme rivolgendosi direttamente alle istituzioni: "E' una battaglia di civiltà e legalità: gli insediamenti di nomadi spuntano indisturbati ovunque a Pisa e in provincia, tanto che non è esagerato parlare di emergenza. L'escalation di furti, minacce, spregi, microcriminalità e degrado sembra non avere fine e gli episodi di cronaca si moltiplicano uno sull'altro. Vittime 'designate' imprenditori e commercianti, turisti e residenti, sia a Pisa che in provincia. E all'orizzonte, nessuna prospettiva nell'arginare il fenomeno poiché non vediamo da parte delle istituzioni azioni efficaci di contrasto".

Secondo il direttore della Confcommercio pisana "la mappa delle zone a rischio si rinnova di giorno in giorno: Piazza dei Miracoli e il percorso turistico da via Pietrasantina, dove le nomadi travestite borseggiano a più non posso i malcapitati visitatori che torneranno in patria alleggerriti del portafogli. Sugli autobus di linea stessa situazione, mentre anche le gallerie della stazione centrale sono una 'location' particolarmente apprezzata. Semplice e quotidiana routine i furti alle abitazioni e agli esercizi commerciali, indistintamente dal genere e dalla tipologia dell'attività. Insediamenti abusivi e presenze 'pericolose' si registrano a Porta a Mare, lungo il fosso del Fiume Morto, a Sant'Ermete, a Putignano, a Coltano, a Musigliano, in via Del Nugolaio a Navacchio, a Ponsacco, e in molte altre zone ancora".

"Ci rendiamo conto - conclude Pieragnoli - che le forze dell'ordine e le amministrazioni comunali troppo spesso hanno le armi spuntate e che siamo di fronte ad un problema complesso. Pensiamo che ci sia bisogno di censire attentamente gli insediamenti abusivi, la popolazione presente e i reati commessi, per poi procedere ad un'azione congiunta tra istituzioni e forze dell'ordine, fuori da ogini sterile contrapposizione politica, in una ottica pragmatica e di buon senso. Tutto questo, prima che sia troppo tardi".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita dal treno alla stazione di Firenze Rifredi: morta 21enne di Pontedera

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Cucina: undici ristoranti pisani nella guida 'L'Espresso'

  • Lutto all'Università: è morto il professor Berardo Cori

  • 'L'Amica geniale' saluta Pisa: terminate le riprese della fiction Rai

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

Torna su
PisaToday è in caricamento