Locali da ballo, fra sicurezza e abusivismo: "Più controlli e autoregolamentazione"

Riunione fra Questura ed esercenti in vista della bella stagione. Confesercenti chiede maggiore attenzione alle forze dell'ordine e più partecipazione dei gestori

Immagine di archivio

Un protocollo tecnico tra Questura di Pisa e locali da ballo della provincia per garantire il regolare svolgimento dell'attività dei locali e la sicurezza dei clienti. Questo l'argomento di una riunione operativa che si è svolta ieri, giovedì 23 febbraio, alla presenza del questore Alberto Francini, del responsabile area pisana di Confesercenti Simone Romoli e di alcuni titolari di attività della provincia, fra cui alcune aderenti al SIDED, il sindacato dei locali da ballo di Confesercenti.

Dopo la firma nel settembre scorso in Prefettura di un accordo tra gestori e forze di polizia per favorire la diffusione della cultura della legalità nelle nuove generazioni che frequentano le discoteche e i livelli di sicurezza all'interno e in prossimità di tali esercizi, l'obiettivo del questore Francini è adesso quello di mettere basi operative attraverso un protocollo tecnico.

"Ringraziamo innanzitutto il questore – spiega Simone Romoli – per averci convocato a questo tavolo tecnico nel quale abbiamo discusso di azioni concrete di controllo e di presidio. E' stata l'occasione anche per evidenziare da parte nostra alcune criticità che si riscontrano in un settore, quello dei locali da ballo, in cui l'abusivismo o quanto meno l'elusione delle regole è ancora molto presente".

Romoli ha parlato di spazi troppo facilmente trasformati in discoteche: "L'abusivismo in provincia si traduce talvolta nell'esercizio dell'attività di pubblico spettacolo in strutture prive dei requisiti richiesti dalla normativa di settore. A cominciare dagli spazi, dalle uscite di sicurezza, fino alla mancata formazione degli addetti e alla previsione di vincoli all'accesso, quali consumazioni obbligatorie o biglietti, il tutto senza disporre delle necessarie autorizzazioni. Per questo abbiamo proposto di prevedere tra le finalità del protocollo tecnico proposto dal questore una intensificazione mirata dei controlli".

Controlli che secondo Romoli "devono però vedere i titolari di esercizi da ballo protagonisti nel rispetto delle regole. Per questo abbiamo illustrato al questore un progetto che Confesercenti ha già realizzato per i locali della Darsena di Viareggio. Si tratta di un codice di autoregolamentazione da firmare sulla base di norme e regole da rispettare". La conclusione di Simone Romoli: "E' stato già fissato il prossimo incontro al quale gli stessi operatori potranno portare al tavolo le loro proposte per risolvere le criticità emerse".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Un'offesa senza precedenti": è polemica sul video del trapper Bello Figo girato all'Università

  • Meteo, quando arriva la neve in pianura

  • Neve e ghiaccio in Toscana: allerta meteo

  • "Elicotteri da guerra nella fabbrica di Ospedaletto": Rebeldia contro Leonardo Spa

  • Donna vuole buttarsi dal viadotto a Porta a Mare: salvata

  • Donna scomparsa a Volterra: trovata morta in fondo alle Balze

Torna su
PisaToday è in caricamento