I Passi, la denuncia: "A settembre verrà soppressa una sezione alla scuola 'Agazzi'"

Lo rivela la Rsu del Comune di Pisa. La lista Diritti in comune presenta un question time per avere spiegazioni dall'amministrazione comunale

Da settembre 2019 una sezione, destinata ai bambini e alle bambine di 3 anni, della scuola dell'infanzia comunale 'Agazzi' nel quartiere de I Passi, verrà soppressa.
E' quanto denuncia la Rsu del Comune di Pisa. "La notizia è stata comunicata ad una insegnante dalla coordinatrice dell'ufficio pubblica istruzione comunale senza fornire ulteriori spiegazioni alle educatrici e ai genitori e senza averla comunicata formalmente al sindacato - affermano dalla Rsu - la soppressione di una sezione è un atto inedito, un precedente pericoloso, una scelta in linea con le politiche di riduzione dei servizi nonostante i sindacati avessero da tempo denunciato le problematiche dei servizi educativi. L'amministrazione comunale, infatti, sapeva da mesi le reali necessità dei servizi educativi, doveva conoscere le tendenze demografiche e le specifiche difficoltà della scuola 'Agazzi' per quanto attiene alla stabilità del gruppo di lavoro, difficoltà rappresentata dalla Rsu ma inascoltate anche dalla dirigenza".

"Inoltre - prosegue il sindacato - la scelta di eliminare una sezione avrà pesanti ricadute sull’offerta educativa del quartiere e l’immediata conseguenza di non assumere il personale insegnante concordato, di mettere a rischio il personale ausiliario e di cucina, oltre a proseguire la scellerata linea politica delle privatizzazioni nei servizi educativi dei governi locali precedenti. Questo sarebbe il governo del cambiamento? Valgono di più i lavori pubblici e la sicurezza di quanto valgono i bambini? Al sindaco chiediamo di tornare indietro da questa decisione perché diversamente lavoratori e Rsu si mobiliteranno in difesa dei servizi educativi a gestione pubblica".

La vicenda approderà anche in Consiglio comunale in seguito alla presentazione di un question time da parte del consigliere comunale Ciccio Auletta della lista Diritti in Comune, per chiedere spiegazioni all'amministrazione comunale. "Se la notizia fosse confermata si tratterebbe di una scelta grave e sconsiderata - attaccano dalla lista di Auletta - infatti si interromperebbe un’esperienza pedagogica importante come quella rappresentata da questa scuola e contemporaneamente si produrrebbe una riduzione del numero dei posti disponibili nell’anno 2019/2020. Sarebbe un disinvestimento significativo sui servizi educativi che rischia di avere pesanti ripercussioni su decine di famiglie e un pezzo della città".
"Ci aspettiamo - concludono da Diritti in Comune - che l'amministrazione comunale dia conto e spieghi le ragioni di questa scelta e da quale progetto complessivo muove. Da parte nostra riteniamo che l'amministrazione comunale debba garantire nel prossimo anno la sezione dei 3 anni alla scuola 'Agazzi' e che occorra seriamente investire sulle scuole della nostra città sia in termini di personale sia di finanziamenti per l'edilizia scolastica". 
 

Potrebbe interessarti

  • Sos pancia gonfia: le cause e i rimedi naturali più efficaci

  • Calli e duroni che dolore! I consigli per gli inestetismi dei piedi

  • Disturbi, dolori e stanchezza: 5 segnali del nostro corpo da non sottovalutare

  • Potassio: in quali alimenti trovarlo e perché fa bene al cuore e ai reni

I più letti della settimana

  • Trovato cadavere in un'auto con un coltello nel petto

  • Scooter contro auto: muore 18enne

  • Cadavere nel parcheggio ad Ospedaletto: disposta l'autopsia

  • Morto in scooter a 18 anni: la polizia cerca un possibile testimone chiave

  • Pontedera, si ribalta con l'auto: un ferito e traffico interrotto

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 20 e 21 luglio

Torna su
PisaToday è in caricamento