Furti in Corte Sanac, sopralluogo delle istituzioni: sì a telecamere e interventi alla ex Vitarelli

La zona è da tempo preda dei ladri. Confcommercio e Confesercenti chiedono dialogo e nuovi sforzi per risolvere il problema

Il viceprefetto Romeo con la presidente di Confcommercio Provincia di Pisa Federica Grassini

La Corte Sanac di Porta a Mare resta una zona da 'bollino rosso' per la sicurezza. Le cronache dei furti alle attività commerciali sono purtroppo costanti, l'ultimo tentativo è di domenica sera al negozio DivaEstetica.

La rinnovata attenzione della Prefettura e delle forze dell'ordine, con la chiusura della ex Vitarelli, al momento non sembra bastare per contrastare i malintenzionati. L'azione però prosegue: stamani, 11 dicembre, c'è stato un sopralluogo dei membri del Comitato per l'ordine e la sicurezza. Erano presenti il viceprefetto vicario Valerio Massimo Romeo, il questore Paolo Rossi, i rappresentanti di Carabinieri e Guardia di Finanza, l'assessore alla Sicurezza del Comune di Pisa Giovanna Bonanno, alcuni consiglieri comunali ed un rappresentante della proprietà ex Vitarelli.

Sono stati valutati i tempi per l'installazione nella galleria commerciale di impianti di videosorveglianza, collegati alle centrali operative delle Forze dell'Ordine e della Polizia Municipale. Sia la parte privata, proprietaria dell'area, che l'amministrazione Comunale per quanto di competenza, stanno predisponendo tutti gli atti necessari. "Gli uffici tecnici stanno anche lavorando - ha detto l'assessore Giovanna Bonanno - alla redazione dell'ordinanza per consentire l'esecuzione dei lavori urgenti per la rimozione della copertura al complesso della ex Vitarelli', così da consentire la messa in sicurezza dell'intero edificio e contribuire a contrastare le attività di microcriminalità subìte dalle attività economiche e commerciali dell'area". Il responsabile della proprietà dello stabile ha comunicato che nella parte sud dello stesso sono stati tamponati gli ingressi a raso ed è stata recintata con filo spinato l'area circostante.

Vedono con favore questo impegno le associazioni di categoria Confcommercio e Confesercenti. "Chiusa l'epoca dei tavoli inutili, speriamo che questi sopralluoghi operativi servano a risolvere i problemi - è l'auspicio della presidente di Confcommercio Provincia di Pisa Federica Grassini - ci sono delle azioni in corso da parte di forze dell'ordine e amministrazione comunale che confermano una chiara volontà di risolvere il problema. Un problema che persiste in tutta la sua gravità, con gente che vive, bivacca, consuma e spaccia all'interno dell'ex fabbrica e che costituiscono una piaga quotidiana per Corte Sanac".

"Il percorso di bonifica delineato dalle autorità è chiaro - spiega Grassini - occorre adesso che il problema sia risolto alla radice e che i tempi siano consoni alle aspettative di commercianti, imprenditori e professionisti che lavorano in Galleria Sanac. Gli interventi in programma messi in cantiere da Prefettura e Comune prevedono nell'immediato lo smantellamento del tetto, premessa fondamentale per uno sgombero successivo. Per la sicurezza dell'area sarà importante anche la messa in rete di un efficace sistema di telecamere che sia possibile collegare direttamente con la centrale operativa della Questura e un contestuale coordinamento con lo stesso servizio di vigilanza privata della Sanac".

I segnali sono accolti positivamente anche dal responsabile area pisana di Confesercenti Toscana Nord Simone Romoli: "Il sopralluogo è molto importante anche alla luce dell'ennesimo furto ai danni delle attività commerciali. Un'occasione per confrontarci e per riproporre all'amministrazione comunale tutti i nostri passi concreti che in questi mesi abbiamo compiuto per dare sicurezza non solo alla Corte ma a tutto il quartiere".

Due sono stati i fronti di intervento: "Il primo - spiega Romoli - è quello dell'immediata messa in sicurezza della Corte dalle scorribande dei balordi che ancora popolano l'ex Vitarelli. La proprietà ha già avviato i primi interventi per la messa in sicurezza dell'area (ad esempio filo spinato sulla recinzione) e con il viceprefetto abbiamo convenuto sulla necessità immediata di rendere più difficile la vita al via vai di questi balordi magari chiudendo il cancello di accesso al retro del parcheggio del supermercato se possibile". Per Confesercenti Toscana Nord è necessario fare squadra: "Dopo i primi furti dei mesi scorsi, che tra l'altro hanno coinvolto anche la nostra sede, ci siamo subito attivati. Innanzitutto abbiamo chiesto all'amministratrice del condominio di Corte Sanac una riunione straordinaria in cui potessero partecipare anche le associazioni di categoria per concordare un piano di azione. L'ipotesi videosorveglianza era infatti la principale e quindi apprezziamo l'intervento in tal senso del Comune, ma anche altre sono state messe sul tavolo. Poi abbiamo raccolto l'invito del questore Paolo Rossi di metterci a disposizione per un servizio di controllo di vicinato indicando i nomi dei nostri referenti anche per Porta a Mare".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Ghezzano, incidente nei pressi della Lidl: ferito un ciclista

  • Cronaca

    Migrante morto nel rogo in Calabria: il 29enne era stato spacciatore a Pisa

  • Cronaca

    Municipale, più agenti in centro storico: "Operazione che ricadrà sulle periferie"

  • Cronaca

    Case popolari a Sant'Ermete, il Comune: "Nessun dialogo con chi fa dell'illegalità una bandiera"

I più letti della settimana

  • Intervento chirurgico eccezionale a Cisanello: salvato paziente in gravi condizioni

  • Trascinata dall'auto del fidanzato: è grave

  • Via Cattaneo: chiusa la macelleria islamica

  • Vive in cantina, occupa una casa in Sant'Ermete e il Comune gli fa causa: "Uno dei tanti casi, servono risposte"

  • Tatuatore pisano tiene in ostaggio due persone armato di pistola e coltello: arrestato

  • 'A Silvia' e l'ispirazione poetica: quando Giacomo Leopardi ritrovò l'amore a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento