Sparatoria fuori dal bar al Cep: quattro feriti, giovane in fuga armato

L'episodio è nato da una banale discussione tra residenti del quartiere. Il ragazzo che ha sparato era stato rimproverato per le scorribande in sella alla sua due ruote. Intorno alle 13.30 falso allarme su uomo armato a Palazzo Blu

I rilievi davanti alla Caffetteria Tirreno

Colpi di arma da fuoco esplosi fuori dalla Caffetteria Tirreno questa mattina, 9 febbraio, intorno alle 11.30 in viale Michelangelo, nel quartiere del Cep, a Pisa. Quattro le persone rimaste ferite, tre italiani e un tunisino, tutte coscienti e trasportate in ospedale dalla Misericordia di Pisa. Non sarebbero in pericolo di vita. Le forze dell'ordine stanno cercando un 21enne di origini sarde ma residente al Cep, Patrizio Iacono, così come confermato dai Carabinieri.

Chi sono i feriti

Secondo quanto ricostruito la vicenda sarebbe nata per un futile motivo. Un rimprovero vicino al Bimbo Bar tra residenti del quartiere nei confronti di un ragazzo ripreso per l'elevata velocità con cui è solito sfrecciare in moto tra le strade del Cep. Il giovane avrebbe cominciato a sparare colpi con una scacciacani e se n'è andato. Gli altri abitanti dopo l'episodio hanno attraversato la strada e si sono seduti fuori alla Caffetteria Tirreno.

Un testimone: "E' tornato con una pistola e ha iniziato a sparare"

Poco dopo il 21enne è tornato in sella alla sua moto e, armato stavolta di una pistola vera, ha cominciato a sparare contro le quattro persone con cui aveva avuto la discussione poco prima. Poi si è dileguato ed è attualmente ricercato dalle forze dell'ordine.
Secondo i rilievi dei Carabinieri sarebbero 4 o 5 i colpi esplosi da distanza ravvicinata.
Sul posto anche il sostituto procuratore Alessandro Crini. La Procura aprirà un fascicolo per tentato omicidio.

I residenti: "Nessunno si sarebbe mai immaginato una cosa simile

Secondo quanto riporta l'agenzia Ansa, il 21enne ha numerosi precedenti per rapina e altri reati contro il patrimonio e avrebbe usato armi clandestine. Le pistole utilizzate sarebbero entrambe detenute illegalmente e probabilmente provenienti dal mercato nero e con matricola abrasa.

Intorno alle 13.30 un nuovo allarme è scoppiato stavolta in pieno centro a Pisa. La segnalazione di un uomo armato in Lungarno Gambacorti ha fatto scattare i controlli della Polizia che ha presidiato e battuto il tratto da Ponte di Mezzo a Palazzo Blu, bloccando anche il traffico. La segnalazione non si è rivelata fondata e il tutto è tornato poco dopo alla normalità.

La Polizia sui lungarni (foto Andrea Cecchetti)

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (25)

  • Dicono nel quartiere che non si immaginavano mai avvenisse una sparatoria, insomma un evento di così pericolosa importanza. Dicono anche che non si erano mai accorti di nulla. Dicono. Ma vedendoli oggi in televisione intervistati dalla tv locale e dalla rai tre, questi che dicono, questi abitanti tranquilli e sorpresi, a me hanno dato più l'idea di sapere molto di più su questo trentenne così pericoloso e agitato. Uno di quelli che dicono, davanti i microfoni ammette di non aver veduto nulla, di non conoscere il folle che spara e poi non ripreso dalla telecamera riferisce ad un altro avventore del bar tutta una serie di generalità e di connotati meritevoli di un premio alla memoria fotografica. Voglio dire che l'omertà non rende un quartiere come quello in causa, un luogo più civile, un luogo apparentemente sano e vivibile. Farsi i fatti propri non spinge nessuno a migliorare le sorti di una città, bensì fornisce a chi delinque la certezza di poter agire con la complicità del popolo.

    • Medaglia al valore civile, cerimonia pubblica e onori di stampa a coloro che hanno avuto il coraggio di protestare contro le bravate del soggetto. Rovesciamo il concetto che delle vittime non si parla mai, ma solo dei “presunti” criminali.

  • Dopo circa 1 anno che : Quarantotto ore di ordinaria follia che sono costate a Patrizio Giovanni Iacono, 20 anni, di Alghero, l’arresto e una serie di accuse che vanno dal tentato omicidio alle minacce aggravate, dalla detenzione al porto illegale di pistola, sino all’imputazione per la morte dell’animale utilizzato per l’avvertimento in puro “mafia style”

  • Mi disturba sempre parecchio sentire chiamare ragazzo un trentenne. Mi sembra che implicitamente vengano sminuite le sue responsabilità.

    • Giusto... Io alla sua età avevo già 2 figlie e lavoravo il venerdì mattina. Non andavo su e giù in moto a rompere i coglioni al prossimo.

    • Sono d'accordo.

  • Nome e cognome servirebbe a poco! Tanto e’ del quartiere e presto lo prenderanno! Tutta L Italia e’ ormai allo sbando

  • nome e cognome

  • le porte del comune chiuse. è da una vita che son chiuse per gli italiani

  • Per questo tizio il reato di strage (?) come quello di macerata non si applica? Ma buttatelo in galera, già uno che fa lo scemo a trent'anni (altro che "ragazzo";) a quel modo si qualificava da solo. Ora che qualcuno lo ha finalmente brontolato ha reagito da criminale. Basterebbe, no?

  • Basso profilo di questo tipo di notizie: che diamine! siamo sotto elezioni.

    • Per dir la verità ora la notizia è riportata sui siti web del Corriere e La Repubblica.

    • ah già e guarda caso stanno riasfaltando mezza Pisa...

    • Che vuoi? È solo un ragazzo!

  • percezione... solo percezione

  • Tanto col voto di scambio rivince

  • Qualsiasi sia il colore....regna l'interesse personale e l'incapacità

  • Merito di chi ci governa.....città è nazione allo sbando....

    • Merito degli italiani caro mio

      • Ha mai provato a dire al proprietario di un cane che dovrebbe raccogliere gli escrementi del proprio animale? Minimo si prende un vaffaunculo, è colpa fichi governa?

        • Per niente. Però il pesce puzza dalla testa: genitori, scuola, amministratori, etc. Etc.

  • Pisa si merita solo questo. Ora arrivano anche le pistole in questa città degradata. Ora la mostra guns at work ?

    • Tutta L Italia ormai e’ degradata!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Degrado e insicurezza in via del Cottolengo, l'assessore: "Pattuglia fissa della Municipale"

  • Cronaca

    Botte alla ex, ai buttafuori e ai Carabinieri: 44enne in manette

  • Cronaca

    San Torpè e Santa Caterina: giornata di celebrazioni nella città della Torre

  • Cronaca

    Pontedera, il sindaco incontra i lavoratori della Piaggio: "L'azienda ascolti la loro voce"

I più letti della settimana

  • Giù dal cavalcavia mentre viaggia in moto: muore attore pisano

  • Trema la terra in Toscana: due scosse di terremoto

  • Foto con la Torre di Pisa per la Brooke di Beautiful

  • San Giovanni alla Vena: cadavere in Arno

  • Auto travolta dalla piena del fiume: donna dispersa

  • Via del Cottolengo, si rifiuta di fare l'elemosina: colpito al volto con un cazzotto

Torna su
PisaToday è in caricamento