Sparatoria fuori dal bar al Cep: quattro feriti, giovane in fuga armato

L'episodio è nato da una banale discussione tra residenti del quartiere. Il ragazzo che ha sparato era stato rimproverato per le scorribande in sella alla sua due ruote. Intorno alle 13.30 falso allarme su uomo armato a Palazzo Blu

I rilievi davanti alla Caffetteria Tirreno

Colpi di arma da fuoco esplosi fuori dalla Caffetteria Tirreno questa mattina, 9 febbraio, intorno alle 11.30 in viale Michelangelo, nel quartiere del Cep, a Pisa. Quattro le persone rimaste ferite, tre italiani e un tunisino, tutte coscienti e trasportate in ospedale dalla Misericordia di Pisa. Non sarebbero in pericolo di vita. Le forze dell'ordine stanno cercando un 21enne di origini sarde ma residente al Cep, Patrizio Iacono, così come confermato dai Carabinieri.

Chi sono i feriti

Secondo quanto ricostruito la vicenda sarebbe nata per un futile motivo. Un rimprovero vicino al Bimbo Bar tra residenti del quartiere nei confronti di un ragazzo ripreso per l'elevata velocità con cui è solito sfrecciare in moto tra le strade del Cep. Il giovane avrebbe cominciato a sparare colpi con una scacciacani e se n'è andato. Gli altri abitanti dopo l'episodio hanno attraversato la strada e si sono seduti fuori alla Caffetteria Tirreno.

Un testimone: "E' tornato con una pistola e ha iniziato a sparare"

Poco dopo il 21enne è tornato in sella alla sua moto e, armato stavolta di una pistola vera, ha cominciato a sparare contro le quattro persone con cui aveva avuto la discussione poco prima. Poi si è dileguato ed è attualmente ricercato dalle forze dell'ordine.
Secondo i rilievi dei Carabinieri sarebbero 4 o 5 i colpi esplosi da distanza ravvicinata.
Sul posto anche il sostituto procuratore Alessandro Crini. La Procura aprirà un fascicolo per tentato omicidio.

I residenti: "Nessunno si sarebbe mai immaginato una cosa simile

Secondo quanto riporta l'agenzia Ansa, il 21enne ha numerosi precedenti per rapina e altri reati contro il patrimonio e avrebbe usato armi clandestine. Le pistole utilizzate sarebbero entrambe detenute illegalmente e probabilmente provenienti dal mercato nero e con matricola abrasa.

Intorno alle 13.30 un nuovo allarme è scoppiato stavolta in pieno centro a Pisa. La segnalazione di un uomo armato in Lungarno Gambacorti ha fatto scattare i controlli della Polizia che ha presidiato e battuto il tratto da Ponte di Mezzo a Palazzo Blu, bloccando anche il traffico. La segnalazione non si è rivelata fondata e il tutto è tornato poco dopo alla normalità.

La Polizia sui lungarni (foto Andrea Cecchetti)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto travolge tavoli e clienti di una pizzeria in via dell'Aeroporto

  • Coronavirus e sovraffollamento, nuova ordinanza: positivi inviati in albergo

  • Meteo, il gran caldo ha i giorni contati: torna il maltempo

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più e zero decessi nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus in Toscana: 4 nuovi casi, di cui 2 a Pisa

  • Spiagge di ghiaia a Marina, alga tossica 6 volte oltre i limiti: "Fate attenzione"

Torna su
PisaToday è in caricamento