Il Gruppo Leonardo presenta AWHERO, un elicottero tutto 'pisano'

Viene prodotto nello stabilimento di Ospedaletto. Tra gli utilizzi la sorveglianza marittima e dei confini, il monitoraggio di obiettivi sensibili, il supporto in operazioni di protezione civile

E' stato inaugurato oggi, 15 febbraio, a Ospedaletto il nuovo stabilimento Sistemi Dinamici del Gruppo Leonardo Spa che sarà dedicato allo sviluppo e alla produzione dell'elicottero a pilotaggio remoto AWHERO. Nel nuovo stabilimento lavoreranno 60 dipendenti.

La Sistemi Dinamici è nata nel 2006 a Pisa con l'obiettivo di sviluppare moderne tecnologie elicotteristiche. SD è stata fondata come joint venture
tra IDS (Ingegneria dei Sistemi) e la allora AgustaWestland (oggi Divisione Elicotteri di Leonardo). Nel 2016 Leonardo ha acquisito il pieno controllo di Sistemi Dinamici S.p.A.

L'elicottero senza pilota AwHero

L'AWHERO è un avanzato e versatile elicottero a pilotaggio remoto pensato per compiti come sorveglianza, monitoraggio ambientale, pubblica sicurezza e protezione civile.
Ha un peso massimo al decollo di 205 chili e può portare un carico di 85 kg. Il sistema è pensato soprattutto per la sorveglianza marittima e dei confini, per la protezione di infrastrutture critiche, per il monitoraggio di obiettivi sensibili, per il supporto a operazioni di salvataggio e per la valutazione del danno in caso di disastri naturali.
Il primo AWHERO di pre-produzione ha compiuto il suo volo inaugurale a dicembre. La prima dimostrazione operativa si svolgerà nella seconda parte del 2019 nel Mar Mediterraneo e vedrà coinvolte le unità navali di diversi paesi, incluse quelle italiane equipaggiate con i sistemi di Leonardo da cui opererà l'elicottero AWHERO.
Le caratteristiche del prodotto lo rendono l'ideale per operazioni in ambiente marittimo e sta raccogliendo estremo interesse da parte di marine
e guardie costiere di tutto il mondo.

L'inaugurazione

"La parola 'Leonardo' in Toscana non ricorda solo le celebrazioni di un Cinquecentenario importante ma ci richiama anche a una presenza forte e attiva dal punto di vista industriale, una presenza che oggi fa un ulteriore salto di qualità, qui a Pisa" ha affermato il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi presente all'inaugurazione del nuovo stabilimento industriale di Sistemi Dinamici.
Il presidente ha evidenziato il ruolo di sostegno della Regione rispetto a questa e a altre iniziative imprenditoriali del gruppo Leonardo. "Grazie ai fondi europei abbiamo dato un contributo, piccolo ma significativo, di 800.000 euro a sostegno del percorso di ricerca e di innovazione sul prodotto che viene presentato oggi qui a Pisa. Negli ultimi dieci anni, sempre grazie ai fondi europei  abbiamo supportato per una cifra complessiva di 15 milioni di euro numerosi altri progetti di Finmecccanica prima, di Leonardo poi".
"Rivendico - ha aggiunto Rossi - questa scelta di sostenere con i  fondi europei e regionali non solo il tessuto della piccola e media impresa ma anche le grandi imprese: perché in molti casi quello che abbiamo investito ha fatto la differenza nella scelta, per alcune grandi aziende, di continuare o meno a investire in Toscana".

Il presidente ha anche evidenziato il valore complessivo della presenza di Leonardo in Toscana: una presenza complessiva di 1.800 dipendenti distribuiti nei poli di Campi Bisenzio (Firenze), Montevarchi e Livorno. Una presenza di cui ora è parte lo stabilimento di Pisa grazie al quale Sistemi Dinamici passa da 28 a 60 dipendenti.
"L'immagine della  Toscana  - ha proseguito Rossi - coincide con quella delle sue bellezze artistiche, naturali, con le meraviglie delle nostre città d'arte. Ma la nostra terra contiene anche altro: è terra di ricerca, di scienza, di innovazione, di crescita nei settori tecnologici più avanzati. E quanto avviene oggi è una chiara riprova. Siamo di fronte a un'azienda che svilupperà qui un'invenzione importante con tantissime potenzialità, un'invenzione che ci interessa anche direttamente perché questo elicottero a guida remota potrà essere utilizzato anche per il governo del territorio, per la protezione civile, per comparti economici di grandi potenzialità, come l'agricoltura di precisione".

AWHERO Leonardo Pisa-3

“Quella a cui assistiamo oggi - ha sottolineato il vicesindaco del Comune di Pisa Raffaella Bonsangue - è una grande sfida lanciata da una delle più importanti realtà a livello mondiale nel settore della difesa, della sicurezza e dello spazio, che investe in tecnologie avanzate. Proprio oggi a Pisa celebriamo la ricorrenza della nascita di Galileo Galilei, a testimonianza che la nostra città può vantare una vocazione scientifica di lunga data, ma sempre viva e attuale. È veramente motivo di orgoglio per l’amministrazione comunale ospitare una realtà produttiva come questa, basata fortemente sull’innovazione tecnologica, che ha scelto di insediarsi sul nostro territorio per sfruttare l’indotto di ricerca e di formazione d’eccellenza di cui disponiamo, grazie alla presenza dell’Ateneo, delle scuole superiori e dei centri di ricerca. È proprio questo il salto di qualità di cui Pisa ha un grande bisogno e che noi oggi salutiamo con vera soddisfazione”.


 

Potrebbe interessarti

  • Incubo sveglia? 6 trucchi per diventare persone mattiniere

  • Lavastoviglie pulita e profumata: ecco i nostri consigli

  • Realmente i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Salute: a Pisa il primo centro clinico proctologico e del pavimento pelvico

I più letti della settimana

  • Luminara 2019: programma, informazioni e misure per la sicurezza

  • Scontro fra tre auto a Pontedera, una si cappotta: tre feriti

  • Torna il cinema sotto le stelle al Giardino Scotto: il programma di giugno

  • Incendio sul Monte Pisano: ancora fiamme

  • Rissa con accoltellamento in viale Gramsci: due feriti

  • Museo delle Navi Romane: il 16 giugno l'inaugurazione della 'Pompei del mare'

Torna su
PisaToday è in caricamento