Turismo sul litorale, calano le presenze: "Riduzione del 10-15%"

A tracciare il bilancio Gianluca Tiozzo e Fabrizio Fontani, rispettivamente presidente dei balneari Confesercenti Toscana Nord e presidente di Conflitorale Confcommercio Pisa: "Serve una politica di promozione del litorale"

Le spiagge di ghiaia di Marina di Pisa

Una sensibile riduzione delle presenze rispetto agli anni scorsi, quantificabile tra il 10 e il 15%. Il tutto nonostante il bel tempo che ha caratterizzato gran parte di questa estate 2019. E' il bilancio della stagione balneare e turistica del litorale pisano. A tracciarlo Gianluca Tiozzo e Fabrizio Fontani, rispettivamente presidente dei balneari Confesercenti Toscana Nord e presidente di Conflitorale Confcommercio Pisa.

"La stagione - afferma Tiozzo - non è stata delle migliori. Le presenze si sono molto ridotte rispetto agli anni scorsi di circa il 15%. Una riduzione che non ha riguardato solo le strutture balneari, ma tutto il flusso turistico del litorale. Non sappiamo spiegarci il perchè: il tempo è stato complessivamente bello ma c'è stata affluenza solo durante i fine settimana". A risentirne maggiormente sarebbe stata in particolare Marina di Pisa. "Quello del litorale - afferma ancora Tiozzo - è un turismo soprattutto italiano e locale, soprattutto quello legato a Marina. E sono proprio le presenze degli italiani ad essersi maggiormente ridotte, mentre invece, soprattutto a Calambrone, è leggermente aumentata la presenza di turisti stranieri".

"Servirebbero - prosegue Tiozzo - più eventi come quello che di lunedì scorso con i Tiromancino. Complessivamente la situazione è migliorata da questo punto di vista, ma bisogna puntare ancora di più su questo tipo di appuntamenti. Serve poi promuovere il litorale in modo che tutti i turisti che arrivano all'aeroporto di Pisa sappiano che oltre alla Torre la città offre il mare".

A confermare la riduzione di presenze anche Fabrizio Fontani, presidente di Conflitorale Confcommercio Pisa. "Si è avuto un calo di almeno il 10% rispetto agli anni scorsi - afferma Fontani - che ha riguardato le strutture balneari ma anche i locali e in generale tutto il turismo del litorale. Credo che sia un calo dovuto alla situazione economica che il Paese sta vivendo in questi mesi". Secondo Fontani l'offerta turistica del litorale è "migliorata, soprattutto per quanto riguarda il cartellone degli eventi che ha raggiunto un buon livello sia come quantità che come qualità. Serve però una politica di sviluppo turistico più forte e coraggiosa".

Fontani si rivolge quindi all'amministrazione comunale. "Servono interventi di arredo urbano - afferma - ma anche la riqualificazione del lungomare di Marina, di piazza Viviani e piazza delle Baleari. Andrebbero inoltre sviluppati maggiormente i parcheggi, anche a pagamento, e la viabilità. Manca ad esempio una navetta serale che colleghi direttamente la città al litorale. Andrebbero infine rivisti i rapporti con il Parco di San Rossore. Alcune limitazioni che impongono sono eccessive per gli imprenditori del litorale".

Fontani lancia quindi l'idea di realizzare sul litorale una beach arena. "Un'idea - conclude Fontani - che è anche contenuta nel programma di mandato del sindaco Conti. Come Confcommercio e Conflitorale abbiamo sempre creduto e sostenuto lo sviluppo delle attività sportive da spiaggia, e le potenzialità di eventi e tornei di beach soccer, beach tennis, beach volley e foot volley. Una struttura fissa a disposizione delle realtà cittadine che possa implementare le attività e le presenze sul litorale".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Olio di semi mescolato con il gasolio: denunciati gestori di distributore

  • I migliori sport e i trucchi per accelerare il metabolismo e dimagrire

  • Nubifragio in Valdera: allagamenti e disagi

  • Via le Rene: trovata auto incidentata cappottata nel fosso

  • Aggredito mentre controlla il parcheggio dove lavora: 60enne in ospedale

  • Mercatini in via Oberdan, commercianti furiosi: "Vetrine coperte, dovrebbero rimborsarci le perdite!"

Torna su
PisaToday è in caricamento