Frane, oltre 600mila euro dalla Provincia: soldi a San Miniato e sulla Francesca

La Provincia ha stanziato 200mila euro per il ripristino del tratto della S.P. 7, km. 1+150, nel Comune di San Miniato, chiuso dal 18 marzo. 435mila euro invece andranno per la prima tranche dei lavori sulla Provinciale Francesca

I lavori di ieri lungo la via Francesca

Duecentomila euro per la Strada Provinciale 7 a San Miniato, 435mila per la Strada Provinciale Francesca a Santa Maria a Monte, entrambe interessate da movimenti franosi che hanno ostruito la carreggiata, sollevando le vive proteste, soprattutto per la chiusura della Francesca, dei cittadini.

SAN MINIATO. Approvato questa mattina dalla Giunta provinciale il progetto definitivo per il ripristino del tratto della S.P. 7,  km. 1+150, nel Comune di  San Miniato, chiuso dal 18 di marzo a seguito di un movimento franoso. Per l’opera, che ha l’obiettivo di consentire la riapertura al traffico della strada, sono stati stanziati 200.000 euro.

“Stante le enormi difficoltà finanziarie che colpiscono la Provincia per effetto della drastica riduzione dei trasferimenti statali, si tratta di uno sforzo economico importante, ma necessario e irrinunciabile - ha spiegato Andrea Pieroni, presidente della Provincia - il nostro preciso impegno è quello di giungere rapidamente all’affidamento dell’incarico e poi al completamento dei lavori per porre termine ad un evidente e comprensibile disagio per le popolazioni e le imprese della zona”.

L’amministrazione provinciale e i tecnici dell’ente - ha concluso Pieroni - hanno costantemente lavorato per gestire un’emergenza che si è progressivamente ampliata, rendendo necessaria dapprima la riduzione di carreggiata, successivamente la regolamentazione a senso unico alternato con impianto semaforico ed infine la chiusura del tratto di strada. La S.P. 7 era una delle tre criticità più importanti seguite all’ondata di maltempo di questo inverno ed è importante oggi aver avviato la fase  amministrativa che consentirà di affidare l’incarico alla ditta che ristabilirà anche in questo tratto di viabilità provinciale il normale transito dei veicoli”.

SANTA MARIA A MONTE. 435.000 euro è la prima tranche di spesa deliberata questa mattina dalla Giunta provinciale per la messa in sicurezza definitiva del pendio che ha causato, con una vasto movimento franoso, la chiusura della Via Francesca.

“Riaprire la strada a senso unico alternato e lavorare per il superamento dello stato di emergenza è la nostra priorità - spiega il presidente della Provincia di Pisa - dalla ditta incaricata, che ha iniziato martedì a lavorare sul cantiere, abbiamo ricevuto precise rassicurazioni che occorreranno 7 giorni lavorativi per raggiungere l’obiettivo di porre fine alle enormi difficoltà di cittadini e imprese con l’apertura della strada”.

“La presenza della ditta durante le lavorazioni sul pendio garantirà inoltre la sicurezza del transito veicolare - aggiunge Pieroni - consentendo di monitorare costantemente il versante qualora nuove avverse condizioni meteo mettessero a rischio il passaggio dei mezzi. Questo importante stanziamento di spesa e l'avvio rapido dei lavori dimostrano quanto sia importante per la Provincia, stante le enormi difficoltà finanziarie dell'ente causate dalla riduzione dei trasferimenti statali, mettere al centro della propria azione la messa in sicurezza del territorio e alleviare i disagi della popolazione".

Intanto però i cittadini vanno avanti per la loro strada, non contenti del comportamento tenuto dalla Provincia, accusata di non aver fatto abbastanza per la riapertura della Francesca e di aver tirato 'la cosa' un po’ troppo per le lunghe. Così sabato 18 maggio, con ritrovo alle 10,30 di fronte al bar Barbatrucco di Montecalvoli, gli abitanti hanno organizzato una protesta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'ospedale Cisanello si prepara al picco: "E' previsto nel prossimo fine settimana"

  • Coronavirus: muore studente universitario di 30 anni

  • Coronavirus: 265 nuovi casi positivi, 19 morti in 24 ore

  • Trovato morto in Austria: avviate le indagini

  • Coronavirus: 254 nuovi casi in Toscana, 3.226 i contagi 

  • Coronavirus e commercio: dichiarato lo sciopero per punti vendita e supermercati

Torna su
PisaToday è in caricamento