No allo stato di emergenza per i Monti Pisani, Ghimenti: "E' una vergogna"

Il sindaco di Calci fa il punto sui danni e sugli interventi necessari e chiede al Governo di cambiare idea

Foto dal profilo Facebook del sindaco Ghimenti

"E' una vergogna. Il governo ci ripensi!". E' arrabbiato il sindaco di Calci, Massimiliano Ghimenti, nel commentare la notizia, annunciata ieri in Consiglio regionale dal presidente della Regione Enrico Rossi, della decisione del governo di non dichiarare lo stato di emergenza nazionale per l'incendio che ha devastato i Monti Pisani lo scorso settembre. E a poco valgono anche le dichiarazioni del ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Gian Marco Centinaio, che, rispondendo al governatore della Regione aveva sottolineato come "da settimane i nostri tecnici stiano lavorando una soluzione".

"Da più di un mese - afferma Ghimenti - evito di entrare in sterili polemiche politiche. Ma ora è venuto il momento di fare chiarezza. Negare lo stato di emergenza significa negare i fondi a tutti quei cittadini che hanno perso la loro casa e a tutto il nostro territorio, che ha bisogno di ulteriori risorse per la messa in sicurezza. Altra cosa è invece il riconoscimento dei danni agricoli, che riguarda le attività e le imprese che operano nell'area colpita dall'incendio, e su cui effettivamente il Ministero competente è al lavoro. Se arriveranno queste risorse sarò pronto a ringraziare Centinaio, ma non basterà per mettere una 'toppa' a questa situazione. Stiamo parlando di due cose diverse".

Ghimenti si scaglia quindi contro le motivazioni con le quali il Dipartimento nazionale di Protezione Civile ha negato il riconoscimento dello Stato di emergenza ed in particolare il passaggio in cui si sottolinea come le fiamme non abbiano "coinvolto in modo significativo le strutture e le infrastrutture presenti nell’area percorsa dal fuoco, che ha solo lambito i principali centri abitati". 

"E' evidente - afferma Ghimenti - che quanto affermato dal Dipartimento di Protezione Civile, che lo ricordo dipende direttamente dalla presidenza del Consiglio dei Ministri e quindi dal governo, è falso. A Calci abbiamo 12 abitazioni danneggiate dall'incendio, di cui 7 inagibili che dovranno essere abbattute. Abbiamo la strada provinciale ancora chiusa, con una perizia che parla di 700mila euro necessari per metterla in sicurezza".

Il sindaco di Calci invita quindi l'esecutivo a fare un passo indietro. "Spero che ci ripensi perchè il messaggio che passa è che il nostro territorio non è meritevole dell'aiuto del governo. Da parte nostra continueremo a coordinarci con i cittadini e portare avanti le nostre richieste, moltiplicando ancora di più gli sforzi".
Ghimenti fa poi il punto sullo stato di avanzamento dei diversi cantieri attivati per il superamento dell'emergenza. "I lavori di messa in sicurezza forestali, che consistono in buona sostanza nell'abbattimento delle piante andate a fuoco nella realizzazione di graticciate per il deflusso delle acque, sono arrivati a circa il 30% del totale. Più o meno sono al 40% anche gli interventi previsti sui fossi e canali, quest'ultimi portati avanti dal Consorzio di Bonifica. Gli interventi di competenza comunale sono invece già terminati".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (18)

  • Amedo correggo stati con stato e correggo anche amedo con amedeo colpa del ditone

  • Riportare cosa l,incendio e, stati considerato doloso cosa c,entra la lega

    • La lega è al governo con mansioni di ministero agli interni. Se un incendio è così esteso da richiamare in forze vigili del fuoco e protezione civile da gran parte della toscana forse il governo dovrebbe prevedere misure di sicurezza e risarcimento per chi l'ha subito. Anche se di origine dolosa. Inoltre senza vegrtazione sulla montagna con le previste piogge ci sarà rischio idrogeologico per tutte le abitazioni montane. Basterebbe un po' di ingegneria naturalistica e lo studio di canali per far defluire le acque per la messa in sicurezza.

  • Amedeo viva I miei amici destrolsi

    • E di cosa è felice? Che non arrivano i soldi ai Monti Pisani? Complimenti! L’importante è sbeffeggiare il sinistrorso? Tutto qui?

  • Amedeo non insista l,icendio e' doloso nisba soldi e' molto semplice da capire

    • invece la casa abusiva in zona a rischio non è dolo... ma di che parliamo...

  • Amedeo ho scrittoormai con 2 emme colpa del mio ditone pardon

  • Amedeo ma perche, lei che mi sembra abbastanza intelligente continua ad essere un piddiota ormmai non esistete piu' la gente ne ha I coglioni pieni del vs stalinismo

    • non c'è dolo nel costruire una casa abusiva in zone a rischio? peggio, è auto-dolo....

    • non bisogna essere per forza pidioti per vedere la realtà dei fatti

    • dà noia riportare i fatti, vero?

  • Molto semplice: se ti fai la casa abusiva e il sisma te la danneggia, il governo ti cancella il reato, ti paga i danni e ti condona la casa. Se un incendio ti brucia casa e tutto quello che c'è dentro, il governo ti spiega che non ne hai diritto. Questi sono o fatti. Più delinqui, più i leghisti ti premiano. Pessimo Ziello

  • Io non capisco....ma se nn è previsto....

    • meglio prevedere aiuti alle case abusive di Ischia...

  • molto meno cialtroni di quelli che c'erano prima.....

    • condoni, tasse, scaricabarile...cambiato qualcosa? e io li ho votato, cretino che non sono altro...

  • Purtroppo non siamo di Ischia, o veneti. Il nostro territorio non merita aiuti da parte dei gialloverdi. E lo dice un elettore M5S che si vergogna ed è pentito. Chi mi riconosce dalla foto è autorizzato a sputarmi in faccia perché ho dato il mio voto a questa massa di cialtroni.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Acquedotto Mediceo: "Altro che demolizione, meriterebbe restauro e valorizzazione"

  • Cronaca

    Calcio giovanile: direttore sportivo aggredito dai genitori in tribuna

  • Cronaca

    Bientina: scritte antisemite sui giochi per bambini

  • Cronaca

    Riparbella: muore colpito da un malore mentre è a caccia

I più letti della settimana

  • Rapisce, droga e violenta una donna per giorni: arrestato 54enne

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 17 e 18 novembre

  • Albero crolla su un'auto lungo la Tosco-Romagnola: ferito il conducente

  • Il Comune di Pisa esce dalla rete 'Ready': niente più politiche per i diritti LGBTI

  • Programma di mandato: ecco gli obiettivi del sindaco Conti

  • Investito di notte sull'Aurelia, muore 23enne: arrestato il conducente

Torna su
PisaToday è in caricamento