Viale delle Piagge: street artist installa la statua di un bambino con lo smartphone

La scultura è stata posizionata domenica mattina da Giovanni da Monreale: "Vuole far riflettere sull'uso eccessivo della tecnologia da parte di bambini e ragazzi"

Un bambino in piedi che davanti i giochi del parco sta in piedi con smartphone e videogioco in mano. E' il curioso scenario che da domenica mattina si può trovare all'inizio di Viale delle Piagge, venendo dal centro. La statua alta un metro, in cemento armato, è stata installata da Giovanni da Monreale, nome d'arte dell'artista Giovanni Sardisco, 39enne originario della città siciliana che da anni vive e lavora a Pietrasanta. 

Accanto alla statua, denominata '5', la targa che recita: "L'uso eccessivo degli smartphone e videogame nuoce alla salute". "L'obiettivo - spiega Giovanni - è di contribuire all'arredo urbano e creare uno spunto di riflessione sull'utilizzo sconsiderato della tecnologia". L'installazione pisana è l'ultimo dei suoi progetti di questo tipo: ha infatti già 'donato' raffigurazioni simili a molte altre città come Milano, Torino, Livorno, Lucca e Genova. "Il primo impatto di chi ha visto la statua è stato positivo - prosegue l'artista - voglio sottolineare che è fatta in cemento armato dipinto, quindi resistente alle intemperie, e rispetta i canoni di sicurezza, cioè non ha parti appuntite ed è stata posizionata per essere assolutamente stabile".

Essendo un progetto di street art, non è stata richiesta alcuna autorizzazione per l'installazione: "Normalmente non la chiedo data la lunga burocrazia - spiega Giovanni - diverse città comunque hanno poi accolto l'idea. Sulla targa ci sono i miei contatti, sono a disposizione per qualsiasi problema o collaborazione".

Uno scopo tipico ed ulteriore dell'attività di Giovanni è la riqualificazione di aree degradate: "Solitamente scelgo luoghi fatiscenti o anonimi. Ho fatto vari sopralluoghi prima di scegliere il Viale delle Piagge. Pisa la vivo e l'ho vissuta spesso in questi anni, volevo donarle una mia opera. Alla fine ho scelto questo luogo perché il più adatto, le Piagge andrebbero riqualificate, ma anche la posizione davanti ai giochi permette una riflessione sia ai grandi che ai bambini". 

Giovanni è sempre stato un appassionato d'arte fin da piccolo: "Ho frequentato l'istituto d'arte della mia città e mi sono innamorato della creta, così sono andato all'Accademia di belle arti di Palermo. Nel 2002 mi sono trasferito a Carrara per completare gli studi e ora vivo e lavoro a Pietrasanta. Non è facile il percorso di vita di un artista, il mio sogno è fare sculture in tutta Italia e poi spingermi in Europa e nel mondo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spiagge di ghiaia a Marina, alga tossica 6 volte oltre i limiti: "Fate attenzione"

  • Scuola, nuovo incontro per la ripartenza: si va verso il prolungamento della didattica a distanza

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più e zero decessi nelle ultime 24 ore

  • Consegna a domicilio di cocaina: in manette due fratelli pusher

  • Bimbo di 5 anni salvato dalle sofferenze di un tumore, i genitori: "Grazie"

  • Coronavirus in Toscana, 5 nuovi casi: un decesso a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento