Cisanello, piscina e palestra nel mirino dei vandali: "Danni per migliaia di euro"

Due i raid effettuati nelle ultime ore all'interno degli impianti sportivi di Largo Concetto Marchesi. I sospetti del gestore: "Sono stati gli studenti che hanno occupato il Buonarroti"

La piscina vandalizzata nella notte

La piscina e la palestra di Largo Concetto Marchesi nel mirino dei vandali. Sono due infatti gli episodi accaduti nelle ultime ore presso gli impianti sportivi provinciali 'G. Signorini'. A raccontarli è Sonia De Falco, la presidente di Abc Sport Pisa che gestisce gli impianti di Cisanello. "Stanotte - racconta De Falco - delle persone sono entrate in piscina provocando danni per migliaia e migliaia di euro. I vandali hanno distrutto una porta, un apparecchio che serve per sanificare la piscina e danneggiato un telo che utilizziamo per coprire la vasca e mantenere la temperatura dell'acqua stabile. Siamo stati costretti a chiudere la piscina, sperando di riuscire a riaprirla al più presto".

I sospetti dei gestori ricadono sugli studenti che in questi giorni stanno occupando il Buonarroti. "La certezza assoluta non possiamo averla - racconta De Falco - anche perchè non abbiamo telecamere di videosorveglianza. Però difficilmente può essere stato qualcun'altro, visto che non abbiamo trovato segni di effrazione. Gli studenti sono entrati probabilmente utilizzando la chiave dalla porta che mette in collegamento la palestra con la scuola. Dalla palestra hanno poi forzato la porta che permette di accedere al piano inferiore, dove si trova la piscina. Era già alcuni giorni ci giravano attorno, stanotte sono riusciti ad entrare". 

L'episodio è stato denunciato alle forze dell'ordine. "Abbiamo chiamato i Carabinieri - racconta la donna - che sono venuti questa mattina per un sopralluogo. Nel pomeriggio è passata anche la Digos per ulteriori accertamenti".

Nella notte tra sabato e domenica a finire del mirino degli studenti era invece stata la palestra, all'interno della quale erano stati spruzzati degli estintori. "Anche in quel caso - racconta ancora la De Falco - non abbiamo trovato effrazioni, quindi non possono essere stati che gli occupanti, entrando dalla porta che comunica con la scuola. Siamo stati costretti a chiamare una ditta delle pulizie per rendere agibile la palestra che, comunque, a questo punto, verrà riaperta insieme alla piscina". 

Nel corso di questo primo raid erano anche stati rubati dei materassi che "questa mattina - continua la De Falco - sono però stati ritrovati all'interno del Buonarroti e riportati in palestra. Probabilmente - conclude la De Falco - gli studenti non volevano dormire in terra e avevano bisogno di più comodità".

Potrebbe interessarti

  • Attenzione al ragno violino: come difendersi dal suo morso

  • Mantenere puliti i capelli: le abitudini più comuni da evitare

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

  • Utilizzo del forno a microonde: attenzione alla salute

I più letti della settimana

  • Tutti con gli occhi al cielo: arriva l'eclissi di Luna

  • Scooter contro auto: muore 18enne

  • Incidente stradale sull'Arnaccio: due persone in ospedale

  • Ricerche per una donna dispersa in mare: ritrovata sulla spiaggia di San Rossore

  • All'ospedale Cisanello il metabolismo si studia in una stanza

  • Morto in scooter a 18 anni: la polizia cerca un possibile testimone chiave

Torna su
PisaToday è in caricamento