Calcinaia, bussa alla porta tecnico del gas sospetto, il Comune: "Fate attenzione"

Due episodi di probabile truffa, con un tentativo di furto, sono avvenuti nel paese giovedì 24 gennaio: l'amministrazione invita i cittadini a segnalare i casi alla Municipale

Due casi che hanno preoccupato il Comune di Calcinaia, che quindi allerta i cittadini, ricordando che "Acque, Enel ed Eni confermano che i loro addetti non bussano mai alla porta delle abitazioni, non effettuano sopralluoghi dentro le mura domestiche e nessun incaricato agisce su impianti privati o per verifiche interne".

Su Facebook l'amministrazione ha infatti segnalato due episodi di tentato raggiro, avvenuti ieri 24 gennaio. Il primo in zona Oltrarno: "Una cittadina del nostro Comune ci ha segnalato un possibile tentativo di truffa. Stando ai fatti, un signore si è presentato come tecnico del gas con un cartellino non ben identificabile. Quindi ha chiesto la sua bolletta, che la signora gli ha negato". A Calcinaia invece "sempre nella solita mattinata è stato segnalato un caso simile con tentativo di furto del portafoglio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ecco che quindi la raccomandazione: "Ogni qualvolta si presenta nei pressi della propria casa una persona che dice di essere un tecnico farsi mostrare il cartellino di riconoscimento prima di aprire e, in ogni caso, qualora questa persona desti sospetto avvertire immediatamente la Polizia Municipale di Calcinaia (tel. 0587 489741) oppure la stazione dei Carabinieri (0587 489004) o il 112. Si prega inoltre tutti coloro che sono venuti a sapere di questo episodio - conclude il Comune - di metterne al corrente le persone anziane che conoscono e che difficilmente possono accedere ai mezzi di comunicazione più diffusi, in maniera tale che siano adeguatamente allertate in merito a queste spiacevoli eventualità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto travolge tavoli e clienti di una pizzeria in via dell'Aeroporto

  • Coronavirus e sovraffollamento, nuova ordinanza: positivi inviati in albergo

  • Meteo, il gran caldo ha i giorni contati: torna il maltempo

  • Cede controsoffitto all'interno dell'ospedale Cisanello

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più e zero decessi nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus in Toscana: 5 nuovi casi, di cui 2 a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento