domenica, 21 settembre 25℃

Traliccio Barbaricina: riduzione della linea elettromagnetica

Su richiesta del Comune, anche se i livelli sono contenuti nei limiti di legge, ARPAT effettuerà un intervento di mitigazione sperimentale da sulla linea elettrica

Redazione 7 agosto 2012

 Il quartiere di Barbaricina è attraversato dalle prime 12 campate della linea a132 kV. Numerose abitazioni e due edifici scolastici si trovano molto vicino al traliccio e dal 1997 il comune di Pisa, ARPAT e ASL hanno seguito con attenzione i problemi dell’esposizione della popolazione all’induzione magnetica generata dalla linea elettrica.

I numerosi controlli effettuati da ARPAT nelle abitazioni e nelle scuole hanno evidenziato che il limite di legge è stato sempre rispettato e non vi è nessun obbligo di legge per il gestore della linea. Il Comune di Pisa, con il supporto tecnico di ARPAT, in applicazione del principio di precauzione, si è fatto promotore nella ricerca di una soluzione al problema. Grazie alla disponibilità del gestore, nel 2011 è partito un percorso per intervenire sulla linea nel tentativo di attenuare i livelli di induzione magnetica.

Su richiesta del Comune, ARPAT ha formulato una proposta tecnica di intervento di mitigazione sperimentale da effettuarsi sulla linea elettrica. Tale proposta consiste nella modifica della configurazione e della geometria dei conduttori, senza intervenire né sulla modifica del tracciato, né sulla struttura dei sostegni esistenti. La nuova configurazione ridurrà significativamente i livelli di induzione magnetica generati. A partire dalla proposta tecnica di ARPAT, Terna Rete Italia S.p.A., su specifica richiesta del Comune, ha prodotto un progetto esecutivo, con il relativo preventivo di spesa.

Il costo dell’intervento sarà sostenuto dal Comune di Pisa. L’accordo siglato tra Terna Rete Italia S.p.A. e l’Amministrazione Comunale prevede anche la rinuncia delle parti a tutti i contenziosi legali attualmente in atto.  ARPAT ha già stimato, mediante valutazioni modellistiche, la riduzione attesa dei livelli in seguito all’intervento di mitigazione: per il tratto in doppia terna con l’ottimizzazione delle fasi ci si attende una riduzione dei livelli del 60%; per il tratto in terna singola con l’inserimento dei compattatori ci si attende una riduzione dei livelli presso i recettori compresa tra il 15% ed il 45%, a seconda della loro posizione rispetto all’elettrodotto e della loro distanza sia dai conduttori che dai compattatori.

Annuncio promozionale

I lavori sulla linea verranno eseguiti da Terna Rete Italia S.p.A in due fasi: dal 4 all’8 agosto e dal 27 al 31 ottobre. "Arriva una risposta alle preoccupazioni che da anni i cittadini esprimono - ha dichiarato il sindaco Marco Filippeschi - e lo si fa  con un intervento innovativo con valenza sperimentale”.  

Barbaricina

Commenti