Trovatelli, l'Aoup: "Nessuna svendita, valore in linea con l'andamento del mercato immobiliare"

L'Azienda ospedaliera rassicura la cittadinanza anche sulle opere di valore storico-artistico-religioso contenute nella cappella

Sulla possibile cessione del Palazzo dei Trovatelli al gruppo dell'imprenditore Madonna, sulla quale il candidato sindaco della coalizione di sinistra Ciccio Auletta era intervenuto, parlando di "una vera e propria svendita del patrimonio storico-artistico della città", interviene l'Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana "per ribadire che l’Aoup si è da sempre adoperata per massimizzare la valorizzazione dell’immobile, senza alcuna intenzione di svenderlo".

"E’ vero che l’iniziale prezzo a base d’asta si discosta significativamente dai valori apparsi sui giornali e dalla recente offerta ricevuta, ma anche il valore di mercato si è in questi anni notevolmente ridimensionato in linea con l’andamento dell’intero settore immobiliare - proseguono dall'Aoup - inoltre, nel corso degli anni e durante tutte le aste andate deserte, nonostante l’Aoup abbia ricevuto manifestazioni di interesse, esse non sono sfociate in offerte concrete, né si è mai riscontrato il minimo interesse da parte di altri enti della pubblica amministrazione".

"Il manufatto, di indubbio pregio storico e architettonico, non è più in uso da tempo all’Azienda, ragion per cui non è stato neppure opportuno provvedere a dispendiosi lavori di manutenzione se non legati alla messa in sicurezza, concentrando così le risorse, sia in termini economici che di personale, nel perseguire gli investimenti sull’assistenza sanitaria quale mission primaria dell’Aoup - aggiungono - i proventi della vendita del complesso immobiliare, qualora venisse alienato, saranno infatti reinvestiti in beni e servizi a beneficio diretto dell’assistenza ai pazienti. Quanto infine al crocifisso ligneo trecentesco che si trova nella Chiesa di San Giorgio ai Tedeschi, facente parte del complesso, l’Aoup intende rassicurare la cittadinanza sul fatto che la custodia dello stesso, come di tutte le altre opere di valore storico-artistico-religioso contenute nella cappella, non saranno oggetto dell’eventuale trattativa privata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si ferma ad un distributore e si masturba 'di fronte' ad una donna che fa rifornimento

  • Meteo, quando arriva la neve in pianura

  • "Elicotteri da guerra nella fabbrica di Ospedaletto": Rebeldia contro Leonardo Spa

  • Donna scomparsa a Volterra: trovata morta in fondo alle Balze

  • Lotterie: vinto un milione di euro a Pisa

  • Scontro tra due auto: muore 70enne

Torna su
PisaToday è in caricamento