Falsi addetti Enel: pericolo truffe a Pisa

Diversi i casi che si sono verificati negli ultimi giorni sia per quanto riguarda le truffe telefoniche che quelle 'porta a porta'. Le raccomandazioni di Enel Energia

In seguito alle segnalazioni pervenute da alcune zone di Pisa in questi giorni di festività, Enel Energia torna a fornire consigli utili per difendersi dalle truffe sia telefoniche che 'porta a porta'.

"Per quanto riguarda l’attività di teleselling - scrive in una nota Enel Energia - si ricorda che dal 1° giugno 2017 non effettuiamo più chiamate per acquisire nuovi clienti con proposte commerciali via telefono. Per quanto concerne, invece, le proposte di contratti 'porta a porta', chiunque si presenti a domicilio per conto di Enel Energia, che si tratti di dipendenti o di personale esterno incaricato, deve essere munito di tesserino plastificato con foto e dati di riconoscimento. Se qualcuno si presenta al domicilio a nome dell’azienda bisogna sempre chiedere di visionare il tesserino con tutti i riferimenti".

L'azienda sottolinea inoltre come "nessuno è autorizzato a riscuotere o restituire somme di denaro a domicilio per conto di Enel. Al pari degli altri operatori presenti sul libero mercato, anche Enel Energia si avvale di agenti specializzati che possono presentare le nuove offerte al domicilio dei clienti. Si tratta anche in questo caso di persone munite di tesserino di riconoscimento con indicazione con indicazione del rapporto di smart agent o dell’agenzia partner incaricata della vendita".

Per ulteriore verifica, il cliente può accertare con una telefonata al numero verde 800900860 che l’agenzia di vendita faccia realmente parte di quelle che lavorano per Enel. "Chi presenta offerte per conto di Enel Energia - prosegue la nota-  è in possesso di moduli e materiali informativi chiaramente riferibili all’azienda. Enel Energia invita quindi a richiederne la visione e ricorda che è comunque opportuno leggere bene prima di firmare ogni documento. Chi propone contratti a domicilio può richiedere di visionare l’ultima fattura per individuare insieme al cliente la proposta più adeguata ai suoi consumi e, solo in caso di adesione ad un’offerta, la bolletta può essere utilizzata per recuperare i dati relativi alla fornitura".

Enel Energia segnala inoltre che né i propri dipendenti né gli agenti specializzati si occupano della sostituzione dei contatori, attività curata da E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione e che in questo periodo in diverse zone della Toscana sta procedendo all’installazione della nuova generazione di contatori con accesso al solo vano contatori e senza alcun costo per i clienti. "Nessun oggetto di valore, quale oro o argento - conclude Enel Energia - può essere richiesto con la scusa di far funzionare o sistemare il contatore né per altre ragioni: ogni strumento utile all’esecuzione di eventuali verifiche o interventi è in possesso dei tecnici dell’azienda". 

Potrebbe interessarti

  • Incubo sveglia? 6 trucchi per diventare persone mattiniere

  • Realmente i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Salute: a Pisa il primo centro clinico proctologico e del pavimento pelvico

  • Lavastoviglie pulita e profumata: ecco i nostri consigli

I più letti della settimana

  • Luminara 2019: programma, informazioni e misure per la sicurezza

  • Il Pisa torna in serie B: esplode la festa in città

  • Scontro fra tre auto a Pontedera, una si cappotta: tre feriti

  • Rapina due studenti, poi si getta in Arno per sfuggire alla Polizia

  • Torna il cinema sotto le stelle al Giardino Scotto: il programma di giugno

  • Elezioni comunali, Pontedera-Ponsacco-San Miniato: tris del centrosinistra

Torna su
PisaToday è in caricamento