Lotta alla droga: in servizio le unità cinofile della Polizia Municipale

Prosegue l'ambientamento dei due cani: previsto per la primavera l'impiego stabile nelle operazioni di controllo

Mattinata di lavoro oggi, 23 gennaio, per i due pastori tedeschi che insieme ai due agenti della Municipale ai quali sono affidati hanno perlustrato Piazza della Stazione ed aree limitrofe, alla ricerca di sostanze stupefacenti. Come ha illustrato il sindaco di Pisa Michele Conti, alla presenza dell'assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno ed il comandante della Polizia Locale Michele Stefanelli, "si tratta dell'avvio operativo del percorso intrapreso dall'amministrazione per dotare la Polizia Municipale di due unità cinofile. E' ancora in corso la formazione, che prevede uscite come questa, per poi nella prossima primavera essere effettivamente operativi ed essere inseriti in una turnazione che sarà decisa dagli uffici per essere il più efficace possibile".

I servizi di controllo saranno quindi tarati in base alle necessità ed agli orari più 'caldi' per rintracciare la droga. "Crediamo - ha proseguito il sindaco - possa essere uno strumento importante. In città dove sono presenti come Prato e Rimini, fra l'altro a guida centrosinistra, sappiamo che hanno buoni risultati e ci stiamo collaborando per questo. Si tratta di un presidio territoriale che, come abbiamo già visto con le forze dell'ordine, è un utile strumento per il contrasto dello spaccio e del degrado".

Sull'uso della Polizia Municipale come forza di controllo del territorio Conti ha detto che "è nel binario delle norme nazionali, non credo ci siano problemi dal punto di vista della natura della prestazione lavorativa. Fra assunzioni, dotazioni di strumenti di sicurezza e ammodernamento dei mezzi, abbiamo dimostrato un'attenzione per la Polizia Municipale che non si vedeva dagli anni '50".

Lungo i binari della stazione è stata effettuata una prova di addestramento, con il cane che si è bloccato davanti un agente che apposta aveva della droga con sé. Durante il giro perlustrativo precedente non c'è stato alcun ritrovamento, solo il caso di una donna 'puntata' da uno dei cani. "Probabilmente - ha spiegato l'operatore - aveva in tasca della droga fino alla sera di ieri. Il cane mentre veniva fatto passeggiare ha sterzato e si è fermato immobile davanti la passante, è proprio questo  il metodo con cui l'animale segnala di aver fiutato qualcosa. Al controllo nella tasca non c'era nulla, la donna ha detto che 'forse aveva avuto qualcosa'. Era certamente così, altrimenti il cane non si sarebbe fermato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: negativi i test effettuati

  • Residente a Pisa in quarantena: è entrato in contatto con l'uomo positivo a Pescia

  • Coronavirus: a Cisanello diversi casi in valutazione

  • Coronavirus: in Toscana due casi sospetti positivi in attesa di validazione

  • Coronavirus: le nuove misure varate oggi dalla Regione

  • Coronavirus, caso sospetto a Firenze: positivo il secondo tampone su un uomo

Torna su
PisaToday è in caricamento