Variante urbanistica 'irregolare': il Comune blocca i permessi a costruire

E' quanto dispone la delibera che verrà votata nel pomeriggio di oggi, 14 maggio, in Consiglio Comunale a Pisa. Dringoli: "Errori del passato, tuteliamo il Comune e i cittadini"

L'assessore all'Urbanistica Dringoli

Sospendere il rilascio dei permessi a costruire nelle aree soggette a vincolo paesaggistico. Il tutto in attesa che il Comune approvi, "entro il mese di novembre", una nuova variante urbanistica. E' quanto dispone la delibera che verrà votata nel pomeriggio di oggi, 14 maggio, in Consiglio Comunale a Pisa. "Un documento - afferma l'assessore all'Urbanistica, Massimo Dringoli - nel quale si prende atto del fatto che il Comune di Pisa non sottopose il regolamento urbanistico approvato a fine 2015, e tutt'ora vigente, a verifica da parte delle Conferenza paesaggistica così come prevede la legge regionale. Un grave errore che abbiamo ereditato dal passato e che può avere conseguenze gravi sia per il cittadino che per l'amministrazione".

Il rischio sarebbe infatti quello di rilasciare (o aver già rilasciato) permessi a costruire che sono "illegittimi". "Per ovviare a questa situazione - prosegue Dringoli - abbiamo dato mandato agli uffici di predisporre una ulteriore variante urbanistica da approvare entro il mese di novembre, naturalmente dopo averla sottoposta a verifiche paesaggistiche. La tutela del paesaggio è un interesse primario: adottiamo questo provvedimento che comporterà dei sacrifici momentanei, perchè si allungheranno i tempi per le pratiche, ma lo facciamo nell’interesse dei cittadini pisani".

Secondo la dirigente della direzione urbanistica del Comune, Daisy Ricci, sarebbero "decine le pratiche che verrano sospese".  "La maggior parte di queste - prosegue Dringoli - saranno sul litorale, in gran parte sottoposto a vincolo paesaggistico. La legge Galasso impedisce infatti di realizzare nuove costruzioni entro 300 metri dalla linea di battigia. Praticamente tutta l'area di Marina di Pisa. L'unico modo di ovviare a questa situazione è sospendere tutte le istanze dei permessi a costruire, in attesa di sanare la situazione".

Nel settembre del 2017 la Regione ha scritto al Comune chiedendogli di ottemperare alla mancanza. "Non voglio entrare nel merito del perchè questo non sia stato fatto - ha affermato Massimo Donati, capo di gabinetto del sindaco - certo quando questa aministrazione è entrata in carico sono cambiati funzionari e dirigenti che si sono accorti di questa mancanza. Da lì è iniziato un processo che ci ha portato alla delibera che verrà approvata oggi in Consiglio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto all'Aoup: dottoressa muore a 36 anni

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Coronavirus in Toscana: solo sette i nuovi casi, un decesso nel pisano

  • Coronavirus in Toscana: 14 nuovi casi e 6 decessi

  • Coronavirus in Toscana, 18 nuovi casi: un decesso nel pisano

  • Coronavirus in Toscana: 12 nuovi casi e 2 decessi

Torna su
PisaToday è in caricamento