"Un Far West": commercianti e residenti di Vettovaglie contro spaccio e degrado

Sabato abitanti e attività commerciali, in segno di protesta, collocheranno sulle porte di negozi e abitazioni il cartello con la scritta ‘Vendesi’: "Tutti vogliono ormai scappare da questa zona"

Sicurezza, decoro, legalità. E’ quanto chiedono i commercianti e i residenti di Piazza delle Vettovaglie e zone limitrofe che domani, sabato 26 ottobre, daranno vita ad una singolare protesta collocando sulle porte di negozi e abitazioni il cartello con la scritta ‘Vendesi’. “La manifestazione - spiega Davide Ricoveri, storico ambulante della piazza - è nata in modo spontaneo e coinvolgerà l’area di Vettovaglie e strade limitrofe fino ad arrivare a Piazza Dante, ma anche la zona di Borgo e di Piazza dei Cavalieri. Commercianti e residenti sono ormai stanchi e stanno mettendo in vendita o in affitto le loro case e le loro attività. Tutti vogliono scappare da questa zona ormai completamente allo sbaraglio".

Il Coordinamento dei Comitati cittadini: "Illegalità diffusa, servono più controlli"

Spaccio, risse, movida selvaggia e degrado. Queste le principali criticità segnalate da abitanti e negozianti. "Situazioni - prosegue Ricoveri - che denunciamo da tempo ma su cui nessuno interviene. Quando cala il sole piazza delle Vettovaglie diventa un far west e chiunque abita o lavora qui rischia grosso. Lo spaccio c'è sempre stato ma negli ultimi tempi la situazione è molto peggiorata con le risse tra pusher che sono diventate ormai quotidiane. Basta poco per ritrovarcisi coinvolti senza motivo". L'ultimo episodio in questo senso, almeno tra quelli noti alle cronache, si è verificato il 21 ottobre scorso con un 39enne pisano colpito al volto con una bottiglia rotta. "A questo - conclude Ricoveri - si aggiunge il degrado con le strade adiacenti che puzzano di urina e la piazza che la mattina presto è ancora ridotta a un tappeto di bottiglie rotte e rifiuti. Dobbiamo collaborare tutti insieme per cercare di trovare una soluzione".

"Mi sento prigioniera in casa mia - racconta una residente di via Notari, strada in cui si concentra ormai il maggior numero di spacciatori - dopo una certa ora ho paura ad uscire o rientrare in casa da sola. Giro sempre con lo spray al peperoncino in borsa. Ho anche dei figli ed ho paura anche per loro. Quello che si vede in questa via dopo una certa ora ha dell'incredibile: spaccio e consumo di qualsiasi tipo di droga fino alle 4-5 del mattino, continue risse e accoltellamenti tra pusher, giovani e giovanissimi che acquistano di tutto. Abito qui da due anni e nell'ultimo c'è stato un declino pazzesco. I controlli praticamente non ci sono nonostante le continue segnalazioni. Io personalmente ho fatto presente la situazione a tutte le istituzioni interessate ma mi sembra che non ci sia la volontà di cambiare questa situazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Olio di semi mescolato con il gasolio: denunciati gestori di distributore

  • I migliori sport e i trucchi per accelerare il metabolismo e dimagrire

  • Si ferma ad un distributore e si masturba 'di fronte' ad una donna che fa rifornimento

  • Nubifragio in Valdera: allagamenti e disagi

  • Lotterie: vinto un milione di euro a Pisa

  • Scontro tra due auto: muore 70enne

Torna su
PisaToday è in caricamento