Castelfranco, larve e vermi nella minestra a mensa: il pasto può arrivare da casa

L'episodio che si è verificato nei giorni scorsi nelle scuole castelfranchesi ha sollevato il disappunto dei genitori e dell'amministrazione comunale. A rischio il rapporto con l'azienda alimentare

Da lunedì, per una settimana, i bambini delle scuole del comune di Castelfranco avranno l'opportunità di portarsi il pasto domestico alternativo alla mensa. Questo quanto emerso dalla riunione di sabato mattina, 17 novembre, nella scuola di Orentano nella quale il sindaco Gabriele Toti e l'assessore Chiara Bonciolini hanno incontrato i genitori dopo la vicenda che ha visto la presenza di larve e vermi nelle pietanze servite alle scuole di Orentano e Villa Campanile. Presenti all'incontro anche la dirigente dell'istituto comprensivo 'Da Vinci' Maria Elena Colombai, la vicepreside Cristina Picchi ed i rappresentanti della Camst, la ditta che eroga il servizio di refezione scolastica per conto dell'Azienda Speciale.

"Abbiamo spiegato ai genitori come sono andate le cose ed i passi immediati che abbiamo compiuto - ha detto il sindaco Toti - comprendendo il loro stato d'animo. La loro rabbia è la stessa che provo io personalmente e per conto dell'amministrazione comunale. Amministrazione che, voglio ribadire, in questa vicenda è parte lesa".
Il rappresentante della Camst si è scusato a nome dell'azienda, azienda che farà luce su questa vicenda. Ancora Toti: "Dopo i controlli della Asl nelle cucine che ci hanno rassicurato, attendiamo una risposta da Camst per quanto è successo. Risposta che l'Azienda Speciale ha chiesto con un atto ufficiale. Ovviamente andremo fino in fondo per individuare le responsabilità fino eventualmente al passo estremo della chiusura del rapporto".

E intanto da lunedì i genitori avranno la possibilità temporanea di dare un pasto domestico ai propri figli nel caso non volessero mangiare a mensa. "Abbiamo dato questa opportunità per far stare più tranquilli i genitori anche se adesso la mensa non ha problemi - conclude il sindaco - per ulteriore sicurezza abbiamo modificato i menù (tolte le minestre, sostituite verdure crude con quelle cotte, eliminati i prodotti biologici e le preparazioni più complesse) e abbiamo incaricato un consulente per sovrintedere alle operazioni in cucina. Lunedì proseguiremo gli incontri con i genitori questa volta della scuola di Castelfranco, l'appuntamento è alle 18.30".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Coronavirus in Toscana, solo 3 i nuovi casi: a Pisa zero nuovi contagi e nessun decesso

Torna su
PisaToday è in caricamento