Cavalcavia di Sant'Ermete: passi in avanti verso la realizzazione della pista ciclopedonale

Approvata una deroga al regolamento urbanistico che di fatto rende il progetto esecutivo. L'inizio dei lavori dipenderà ora da quando il Governo stanzierà le risorse previste nel 'Bando periferie'

Il cavalcavia di Sant'Ermete, spesso al centro di proteste

La realizzazione della passerella ciclopedonale al cavalcavia di Sant’Ermete è un po' più vicina. Il Consiglio Comunale di Pisa ha infatti approvato ieri, martedì 23 ottobre, all’unanimità una deroga al regolamento urbanistico, che di fatto dà il via libera al progetto esecutivo dell’opera. Si tratta di uno degli interventi previsti nel progetto ‘Binario 14’ e finanziati all’interno del cosidetto ‘Bando periferie’ le cui risorse, dopo essere state in un primo momento revocate dal governo centrale con il decreto milleproroghe, sono poi state ripristinate grazie all'accordo con Anci

Progetto cambiato

Il progetto negli ultimi mesi è stato rivisto dopo un confronto con Ferrovie. La soluzione originale prevedeva infatti di realizzare il passaggio ciclopedonale sul lato ovest del cavalcavia. Una soluzione che però non poteva essere attuata per una serie di problematiche riguardanti le distanze minime dai confini ferroviari e la necessità, per l'amministrazione, di procedere all'acquisizione di alcune aree private, con un conseguente aumento dei costi. La nuova soluzione prevede invece di realizzare la passerella sul lato est. Anche in questo caso è stato necessario rivedere alcune distanze minime tra proprietà, così come prevede il regolamento urbanistico comunale. Distanze che, per un piccolo tratto, non verranno però rispettate: da qui la necessità di sottoporre la deroga al voto dell'assemblea cittadina.

Tempi e dei finanziamenti

Per realizzare la struttura servono 2,5 milioni di euro, di cui 2,3 di contributo statale a cui si aggiungono 200mila euro da parte del comune. Come detto l'opera, la cui realizzazione era inizialmente prevista per quest'anno, risulta tra quelle finanziate all'interno del 'Bando periferie', i cui tempi di erogazione delle risorse non sono però al momento ancora certi. Il comune dovrà ora rendere esecutivo il progetto (il progetto definitivo è stato approvato a fine agosto, e per renderlo escutivo basta a questo punto una determina dirigenziale) ed inviarlo a Roma entro la data prevista del 6 novembre. A quel punto bisognerà capire quando il Governo stanzierà effettivamente le risorse previste dal bando. 

Potrebbe interessarti

  • Piscine all'aperto a Pisa e provincia: relax, refrigerio e divertimento

  • Cambiare le lenzuola del letto è importante: vi spieghiamo perché

  • Formiche in casa: i rimedi per allontanarle

  • Solstizio d'estate: quando astronomia e riti magici si uniscono per celebrare la bella stagione

I più letti della settimana

  • Schianto nella notte in superstrada: morti due giovani

  • Maxi-incidente in superstrada: un morto e cinque feriti

  • Incidente in superstrada: morte due donne

  • Autostrada A4, camper tampona un tir: morto 42enne pisano

  • Taglio del nastro per il nuovo supermercato Lidl di Pisa

  • Lavoro: all’Università di Pisa si cerca un tecnologo

Torna su
PisaToday è in caricamento