Vicopisano: chiesta la chiusura del campo di Lugnano per problemi di sicurezza

A proporre il provvedimento è la consigliera comunale della Lega Nord Marrica Giobbi

"A Lugnano il campo di calcetto ubicato tra via Toscanini e via Falcone è in stato di abbandono ed è fonte di estremo pericolo". E' la segnalazione della consigliera comunale della Lega Nord Marrica Giobbi, che chiede al Comune di Vicopisano un intervento urgente per la chiusura della struttura.

"Le porte, ultra arrugginite, oltre ad essere sbilenche, ciondolano vistostamente e potrebbero da un momento all'altro accoppare qualche ignaro figliolo. Le tragedie si possono evitare se non si continua a dormire irresponsabilmente all'insegna dell'incoscienza. A che serve un comune se non è in grado di prevenire insensate trascuratezze? Il comune ha il dovere di controllare".

Ecco quindi che l'esponente leghista chiede "provvedimenti urgentissimi, in primo luogo la chiusura della struttura ed il ripristino delle normali condizioni di sicurezza in tempi veloci, visto che le scuole sono finite ed i giovani vanno volentieri a dare due calci al pallone. Sicurezza che non può certo prescindere dalla sistemazione del fondo del campo, che da anni accidentato e pieno di buche attenta all'incolumità fisica dei giocatori".

Potrebbe interessarti

  • Le curiosità dei nostri amici pelosi: 5 cose che non tutti sanno sui gatti

  • Come far risaltare l'abbronzatura a fine estate: 4 semplici consigli

  • Stop al fumo: trucchi e consigli per riuscire a dire addio alle sigarette

  • Sabbia in casa: trucchi e consigli per liberarsene

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Peccioli: morta una donna

  • Maltempo: codice giallo per temporali nelle zone interne orientali della Toscana

  • Si sente male in agriturismo: morto

  • Cascina: il corpo di un 64enne ritrovato dietro la chiesa dell'Arnaccio

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

  • Due lievi scosse di terremoto a Castelnuovo Val di Cecina

Torna su
PisaToday è in caricamento