I Vigili del fuoco incontrano il prefetto: "Sistema di soccorso aeroportuale inadeguato"

I rappresentanti sindacali tornano a parlare dell'inadeguatezza del sistema Safety e delle carenze igienico-strutturali del distaccamento al 'Galilei'

Incontro tra il prefetto Giuseppe Castaldo e le rappresentanze sindacali di Cgil-Cisl-Usb-Conapo per affrontare la situazione vissuta dai Vigili del duoco del distaccamento dell'aeroporto 'Galilei' dopo la manifestazione dello scorso 12 marzo quando i lavoratori denunciarono le condizioni in cui sono costretti ad operare, condizioni che a distanza di mesi restano le stesse o addirittura peggiori, considerando il notevole aumento di voli e passeggeri nel periodo estivo.

"La sicurezza antincendio negli aeroporti è garantita dallo Stato attraverso il C.N.V.V.F - spiegano i sindacati - l’ efficacia, l’efficienza e la manutenzione sono a carico delle società esercenti il pubblico servizio. La presenza dei Vigili del fuoco è direttamente funzionale al mantenimento della sicurezza del trasporto aereo. Nel 2019, alla luce del piano di investimento ed espansione che vuole portare lo scalo a 6,5 mln di passeggeri, crediamo che non si possa più tacere sulla inadeguatezza strutturale del sistema di 'Safety' dell’aeroporto di Pisa. La sede VVF, costruita nel 1982 quando l’aeroporto era uno scalo quasi esclusivamente militare con pochi voli tra i postali e passeggeri, oggi si trova fagocitata dai nuovi edifici e strutture, decentrata dalle piste e con ostacoli e percorsi che potrebbero causare ritardo nel soccorso".

Secondo i sindacati "tutti gli aeroporti della categoria di Pisa nel tempo hanno provveduto a rendere efficace la Safety con sedi VVF in prossimità delle zone più esposte a rischio". "Inoltre - proseguono i rappresentanti sindacali - le attuali condizioni della sede VVF, oltre a non rispondere in maniera adeguata allo scopo a causa della sua dislocazione, è in condizioni igienico sanitarie estremamente precarie, con impianti oramai inefficienti e senza manutenzione. Abbiamo quindi espresso al prefetto la rabbia dei lavoratori per non essere messi in condizione di svolgere adeguatamente il proprio lavoro, quello di portare il soccorso agli altri, di salvare vite umane. Condizioni da queste organizzazioni sindacali denunciate da 3 anni al dirigente VVF di Pisa, il quale ha sempre prontamente, attraverso l’impegno di tutto lo staff dei Vigili del fuoco, cercato dialogo e collaborazione fattiva con ENAC (controllore) e Toscana Aeroporti (gestore) dell’aeroporto Galilei. Il prefetto, già molto informato sull’argomento, ha recepito le aspettative dei lavoratori, ci ha assicurato un pieno coinvolgimento della Prefettura nella vicenda, ha dato prova di fermezza e concretezza, affermando che sono in previsione incontri con tutti gli enti coinvolti per definire correttamente la vertenza, per poter dare a Pisa ed al suo aeroporto l’attenzione e le strutture, in particolare di Safety, che necessitano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, quando arriva la neve in pianura

  • "Un'offesa senza precedenti": è polemica sul video del trapper Bello Figo girato all'Università

  • Si ferma ad un distributore e si masturba 'di fronte' ad una donna che fa rifornimento

  • Neve e ghiaccio in Toscana: allerta meteo

  • "Elicotteri da guerra nella fabbrica di Ospedaletto": Rebeldia contro Leonardo Spa

  • Donna scomparsa a Volterra: trovata morta in fondo alle Balze

Torna su
PisaToday è in caricamento