Vigili del Fuoco: quasi 6mila interventi d'urgenza in provincia di Pisa nel 2016

In occasione della festa di Santa Barbara, protettrice dei Vigili del Fuoco, il Comandante Ugo D'Anna ha parlato dei numeri e delle difficoltà degli operatori

Oggi, 4 dicembre, si è tenuta presso la centrale dei Vigili del Fuoco di Pisa la tradizionale festa della protettrice degli operatori di sicurezza, Santa Barbara, alla presenza delle autorità cittadine e delle forze dell'ordine. L'occasione ha rappresentato il momento per il Comandante provinciale Ugo D'Anna di fare un bilancio dell'attività svolta, che ha portato rilevanti risultati nonostante le difficoltà riguardanti mezzi e risorse disponibili. 

I DATI. Gli interventi di soccorso tecnico urgente svolti fino al 4 dicembre sono stati 5.861. Nello stesso periodo del 2015 erano stati 6080. "In confronto con lo scorso anno - valuta il Comandante Ugo D'Anna - risulta stabile il numero di interventi sia per gli incendi che per gli incidenti stradali. Il risultato degli incendi è certamente anche frutto dell'attività di prevenzione svolta, fra verifiche tecniche e sopralluoghi. Per il prossimo anno possiamo assicurare un impegno ancora maggiore grazie a nuove risorse umane, ai nuovi Funzionari".

"Va sottolineato con soddisfazione - prosegue D'Anna - che i 5 nuovi Funzionari tecnici, in servizio nel ruolo da un anno, sono oramai perfettamente inseriti nel Comando e lavoreranno in sinergia con i colleghi di maggiore esperienza per garantire tempi di risposta congrui al servizio richiesto".

Importante la formazione sui luoghi di lavoro, specie per la costituzione delle squadre aziendali di sicurezza antincendio. Sono stati organizzati e tenuti 22 corsi di formazione, 37 sessioni di esami, formando un totale di 429 lavoratori come addetti antincendio; rilasciati 397 attestati di idoneità tecnica antincendio. Sempre a tutela della sicurezza dei cittadini sono stati espletati 280 servizi di vigilanza in luoghi caratterizzati da un elevata presenza di pubblico. 

Nel corso del 2016, grazie anche alla preziosa collaborazione degli operatori pensionati, le sedi del Comando sono state visitate da 44 scolaresche, per un totale di 1080 bambini e 82 insegnanti. Il personale operativo ha collaborato per il buon andamento di 22 manifestazioni pubbliche. "Ricordo le varie edizioni di Pompieropoli - dice il Comandante - alle quali hanno partecipato almeno 2850 bambini, le manifestazioni sportive, le manifestazioni per la diffusione della cultura della sicurezza e colgo l'occasione per invitare tutti i bambini a Cascina in occasione dell'Epifania, come oramai succede da alcuni anni".

LE STRUTTURE. Un bilancio a parte va fatto per le dotazioni dei Vigili del Fuoco di Pisa. "Nonostante le difficoltà di ogni genere - afferma D'Anna - abbiamo sistemato la parte nuova della sede centrale, riparando guasti impiantistici e malfunzionamenti vari, pur restano ancora diversi i lavori da completare ed altri da avviare, le criticità significative sono state risolte. Nonostante le difficoltà finanziarie in cui anche il CNVVF versa, mi piace ricordare i risultati ottenuti per la riqualificazione della base nautica di Lungarno Guadalongo, ancora in fase di completamento, la realizzazione della foresteria, la sistemazione in Sala Operativa, la nuova sala conferenze, il magazzino USAR, tutti lavori svolti in massima economia e che in alcuni mesi hanno contribuito al miglioramento della qualità della Centrale, sede grande e piuttosto malconcia".

Buoni risultati ha dato il lavoro svolto per l'acquisizione degli automezzi confiscati, grazie al quale il Comando ha ottenuto alcune autovetture, un trattore stradale, due piccoli autocarri, diversi mezzi distribuiti ai Comandi provinciali della Toscana ed al Dipartimento dei Vigili del fuoco a Roma. "Segnalo anche l'acquisizione di due automezzi di soccorso, non nuovi, ma in buone condizioni che presto saranno rese completamente operative, anche grazie all'impegno del personale che presta servizio presso l'autofficina del Comando.
D'altronde, se non posso che auspicare l'ottenimento delle somme necessarie alla ordinaria gestione del Comando, mi sento di dire che tutti perseguiremo nell'impegno di mettere al centro del nostro lavoro le necessità dei cittadini, sfruttando al meglio le risorse che per questo ci verranno assegnate". 

"Nonostante la difficoltà menzionate - valuta in senso conclusivo D'Anna - abbiamo offerto un contribuito significativo al mantenimento della sicurezza in Provincia con la presenza sempre, 24 ore al giorno, 365 giorni l’anno, di almeno 5 squadre Operative permanenti, più i nostri volontari, senza dimenticare le unità che si sono alternate al Sisma dell’Italia centrale da agosto a tutt'oggi". Il Comandante infine ha ringraziato i presenti e tutto il personale, con un pensiero a chi "ha perso la vita nell'adempimento del proprio dovere. E grazie alle nostre famiglie, talvolta lontani, ma che ci sono vicini anche e soprattutto quando il peso del nostro lavoro sembra allontanarci da loro". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Principio di incendio al Centro dei Borghi: evacuato

  • Lavoro: 16 assunzioni alla SEPI

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

  • Maltempo in Toscana: in arrivo piogge e temporali

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 21 e 22 settembre

  • Temporali in arrivo: allerta meteo arancione su tutta la Toscana

Torna su
PisaToday è in caricamento