San Miniato: il prefetto visita la città e le sue istituzioni

Il dottor Francesco Tagliente ha incontrato il sindaco, i rappresentanti delle Forze di Polizia, delle imprese del territorio e della Cassa di Risparmio di San Miniato. Colloquio anche con il vescovo Tardelli

Il prefetto Tagliente con il sindaco di San Miniato Gabbanini

E’ stata una giornata densa di appuntamenti quella di oggi per il prefetto di Pisa Francesco Tagliente. 
Assai proficuo l’incontro con il sindaco di San Miniato Vittorio Gabbanini, la sua giunta e il presidente del consiglio comunale, nel corso del quale sono state affrontate varie tematiche legate al territorio.
In occasione del breve saluto il prefetto ha riassunto in tre punti le finalità della visita: “Esprimere la vicinanza istituzionale e personale al sindaco come rappresentante della  comunità di San Miniato, garantire l’impegno ad essere sempre  più vicino al territorio  e all’amministrazione comunale che sul quel territorio anima la propria azione, assicurando anche la collaborazione dei propri uffici, favorire l’attività delle Forze di Polizia con interventi finalizzati a garantire agli operatori economici, ai cittadini e ai turisti il diritto alla sicurezza sul territorio. Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza e Corpo Forestale sono, infatti, impegnati, con sempre maggiore determinazione, ad essere vicini ai cittadini e a rendere risposte sempre più rispondenti ai loro bisogni e alle legittime aspettative”.

All’incontro erano presenti anche il comandante della Compagnia Carabinieri di San Miniato Capitano Gianluca Rossini, il comandante della Guardia di Finanza di San Miniato Capitano Francesco Falso e il comandante della Polizia Municipale Capitano Dario Pancanti.
Il Prefetto ha manifestato al sindaco l’apprezzamento per la realtà locale che, con il suo modello organizzativo, risulta anche espressione di un interessante processo di socializzazione che alimenta controllo sociale informale.

A seguire l’incontro con S.E. Mons. Fausto Tardelli vescovo di San Miniato, al quale ha rinnovato gli auguri per i 38 anni di sacerdozio e per il ruolo di attenzione e solidarietà svolto a favore della comunità.
Subito dopo l’appuntamento con il presidente del Consorzio Conciatori di Ponte a Egola Giuseppe Volpi e con il vice presidente di “Cuoiodepur” Ettore Valori, esponenti di una realtà territoriale che si delinea come vero e proprio volano dell’economia produttiva locale, oltre a rappresentare il migliore Made in Italy nel mondo. 
L’ultimo impegno della giornata è stato a Palazzo Formichini, dove il prefetto ha incontrato il presidente della CARISMI Alessandro Bandini e, in Palazzo Grifoni, il presidente della Fondazione della Cassa di Risparmio di San Miniato Antonio Guicciardini Salini.
In occasione di questo ultimo incontro, Tagliente ha voluto sottolineare come una delle più antiche Casse di Risparmio locali costituisca ormai un punto di riferimento per le famiglie e le imprese, indice di un legame significativo con il territorio e del contesto sociale ed economico in cui opera.
Il prefetto ha, inoltre, evidenziato il ruolo strategico svolto dalla Fondazione, impegnata in attività orientate al sostegno di iniziative culturali e sociali, alla  conservazione del patrimonio storico-artistico, nonché all’assistenza e alla tutela delle categorie sociali più deboli.

Al termine dei colloqui si è svolta una conferenza stampa, nella Sala del Consiglio in Palazzo Comunale, nell’ambito della quale il sindaco si è congratulato prima di tutto con il dott. Tagliente per il nuovo incarico come prefetto, ha espresso l’augurio di un buon lavoro e la speranza di un proficuo rapporto di collaborazione con la città: “Anche per la mia amministrazione il confronto e il dialogo sono priorità che ci permettono di dare riposte ai cittadini. Una precisa scelta di ascolto che nasce dalla consapevolezza della difficile situazione che stiamo vivendo con una crisi finanziaria che influenza le dinamiche economiche con forti ricadute anche sul piano sociale e con l’esigenza di rileggere continuamente i bisogni della nostra realtà. Per questo ci mettiamo a completa disposizione del prefetto con l’auspicio di poter condividere con lui questo importante percorso che lo porterà ad operare nel nostro territorio e diventarne punto di riferimento”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: negativi i test effettuati

  • Coronavirus: a Cisanello diversi casi in valutazione

  • Coronavirus: in Toscana due casi sospetti positivi in attesa di validazione

  • Coronavirus: le nuove misure varate oggi dalla Regione

  • Coronavirus, caso sospetto a Firenze: positivo il secondo tampone su un uomo

  • Prenotazione Cup, servizio sospeso su tutto il territorio

Torna su
PisaToday è in caricamento