Torre di Pisa distrutta dagli alieni, come ricostruire? Si votano i progetti

L'iniziativa si chiama 'Archindependence Day', che punta con il divertimento a valorizzare il ruolo culturale e sociale dei monumenti. Voti online fino al 19 marzo

Uno dei progetti in gara

Sono stati consegnati lo scorso 31 dicembre 2018 i progetti di 'Archindependence Day', il concorso di architettura che ha provato a riprogettare i monumenti simbolo di quattro città italiane, fra cui Pisa (c'erano anche Genova, Roma e Milano). Il bando era stato lanciato a gennaio 2018: un fantomatico attacco alieno che distrugge gli edifici diventa lo spunto per poter riprogettare i simboli tradizionalmente 'intoccabili', ma soprattutto per sensibilizzare professionisti e non riguardo il ruolo, non solo economico ma soprattutto culturale e sociale, che questi luoghi rivestono.

L'evento è stato patrocinato dal Comune di Pisa, dall'Università di Pisa, dall'Ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori della provincia di Milano. I tre finalisti pisani possono essere votati online fino a martedì 19 marzo 2019 sul sito del Disordine degli Architetti. Sarà stilata una classifica che sarà integrata con quella dalla giuria tecnica, dando vita alla graduatoria finale.

I gruppi pisani hanno ipotizzato le torri del futuro, alcune fasciate nel vetro, altre create per mantenere intatta la necessità di fare selfie, anche dopo un disastroso attacco alieno. L'idea è nata dal Disordine degli Architetti, associazione culturale e magazine online che sviscera il tema dell'architettura nei suoi lati meno convenzionali. E' un progetto di due architetti genovesi, Chiara Giolito ed Eugenio Cappetti, che ha raccolto migliaia di iscritti sui social e lanciato rubriche che sono già diventate appuntamento fisso per gli appassionati di architettura in tutta Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piena dell'Arno e maltempo: la diretta della giornata

  • Piena dell'Arno a Pisa: negozi chiusi dalle 18.30, lunedì scuole chiuse

  • Piena dell'Arno: attivata la procedura di sicurezza, lungarni chiusi

  • Piena dell'Arno, fase di picco attesa per la tarda serata: "Ci siamo mossi in anticipo, siamo pronti"

  • Corso Italia: inaugurato il nuovo negozio Dan John

  • Pisamo assume due persone a tempo indeterminato: i dettagli della selezione

Torna su
PisaToday è in caricamento