Elezioni politiche: i residenti all'estero possono votare nel Comune alle cui liste elettorali sono iscritti

Per esercitare il diritto è necessario fare domanda entro l'8 gennaio

Gli elettori iscritti all'A.I.R.E, l'anagrafe degli italiani residenti all'estero, che votano per corrispondenza nella circoscrizione estero cui appartengono, possono avvalersi della facoltà di votare in Italia nel Comune alle cui liste elettorali risultano iscritti. Tale diritto deve essere esercitato entro il decimo giorno successivo all'indizione delle elezioni, quindi hanno tempo fino all'8 gennaio.

L'opzione dovrà pervenire all'ufficio consolare operante nella circoscrizione di residenza dell'elettore mediante consegna a mano o per invio postale o telematico, unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento d'identità del sottoscrittore entro il termine suddetto. In caso di invio postale, l'elettore ha l'onere di accertarne la ricezione da parte dell'ufficio consolare entro il termine prescritto.

L'opzione può essere revocata con le medesime modalità ed entro gli stessi termini previsti per il suo esercizio. Eventuali opzioni effettuate in occasioni di precedenti elezioni non hanno più effetto. Si allega il modulo per l'opzione, reperibile anche in via informatica sul sito del Ministero o su quello del proprio Ufficio consolare.

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Commercio: nuova apertura in piazza delle Vettovaglie

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 18 e 19 gennaio

  • Polizia di Stato in azione: oltre mille persone controllate nel pisano

  • Occupazioni in varie scuole di Pisa e provincia

  • Lavori sulla rete idrica a Cascina: mancherà l'acqua

  • Ricercato dal 2017, tenta la fuga in sella ad uno scooter rubato: arrestato

Torna su
PisaToday è in caricamento