Bus turistici nel parcheggio del Pisa Mover, gli assessori: "Scelta coerente con accordo di programma"

Andrea Serfogli e Ylenia Zambito a sostegno della decisione dell'amministrazione comunale ma non si placano le polemiche: la Lega Nord attacca il Pd

Arrivano anche gli assessori Ylenia Zambito e Andrea Serfogli a dare manforte all'ordinanza che vieta agli autobus turistici che collegano Pisa con Firenze l'accesso al 'Galilei' e prescrive l'utilizzo del parcheggio scambiatore del PisaMover per far salire i turisti. il provvedimento ha sollevato la ferma contrarietà di Toscana Aeroporti ma anche quella del segretario del Pd Pisa Massimiliano Sonetti.

"Impedire agli autobus di collegamento tra Pisa e Firenze di arrivare davanti all'aeroporto è una scelta contenuta in tutti gli accordi preliminari sottoscritti dai vari Enti promotori del Pisa Mover, tra cui l'allora società di gestione dell'aeroporto - sottolinea l'assessore Zambito - peraltro l'obiettivo che ha convinto la commissione a finanziare l'opera era l'abbattimento dell'inquinamento causato dai mezzi su gomma e l'incentivazione all'utilizzo di mezzi meno inquinanti come appunto la navetta e la ferrovia. Noi siamo stati perfettamente coerenti con gli impegni presi, l'incoerenza va cercata altrove".

A sostenere la decisione di Palazzo Gambacorti anche l'assessore Andrea Serfogli che in un post su Facebook scrive: "La scelta dell’amministrazione comunale unanimemente assunta e sostenuta da tutte le forze di maggioranza è motivata e coerente con l’accordo di programma sulla realizzazione del Pisamover, progetto voluto, ideato, progettato e promosso da Sat. L’ordinanza arriva dopo un atto d’indirizzo del Consiglio comunale e una delibera di Giunta di cui è la logica conseguenza". "Gli obiettivi dell’infrastruttura sono quelli della riduzione del traffico su gomma e del miglioramento della sostenibilità e dell’impatto dell’aeroporto sul quartiere - prosegue Serfogli - sorprendono certe prese di posizione che vanno contro questi obiettivi strategici. Obiettivi che hanno portato la commissione europea a finanziare l’investimento che deve essere pienamente funzionante secondo quanto programmato. Sono convinto che possa essere trovata una soluzione negoziata che possa essere di reciproca soddisfazione delle parti mettendo al centro l’accordo di programma sottoscritto dai vari enti".

A rincarare la dose dal fronte degli oppositori all'ordinanza anche un altro esponente del Pd pisano, Giuseppe Pasqualetti, responsabile provinciale enti locali Pd Pisa: "Il recente dissidio tra amministrazione comunale e scalo aeroportuale pisano credo meriti una urgente riflessione. Il potenziamento e il corretto funzionamento dello scalo aeroportuale di Pisa, così come le azioni volte a migliorare le prestazioni del People Mover e i rilevanti investimenti profusi, sono entrambi valori che devono essere perseguiti con decisione, rifuggendo purtuttavia eccessi di localismo che rischierebbero di danneggiare l'economia del territorio. Da questo punto di vista, concordo pienamente con quanto recentemente affermato dal segretario provinciale Massimiliano Sonetti circa l'assoluta inopportunità di procedere con l'emissione di un'ordinanza prescrittiva pur se asseritamente giustificata sulla base dei percorsi di confronto già in atto". "Auspico dunque che si trovi in tempi utile modo di riaprire un dialogo tra tutti i soggetti interessati, in particolare quelli dell'area costiera - conclude Pasqualetti - al fine di ricercare una soluzione, evitando di dar effettivo seguito a un provvedimento che sembra poter determinare, anche inconsapevolmente, effetti dannosi per il territorio".

Sulla questione e sullo scontro interno al Partito Democratico interviene il segretario provinciale della Lega Nord di Pisa Edoardo Ziello: “Il PD di Pisa è in preda ad un caos conflittuale senza precedenti. Dopo la bocciatura delle autorevoli candidature, per le elezioni politiche, presentate dalla segreteria provinciale dei Dem, che prevedevano Gelli, Filippeschi, ecc., lasciando il partito privo di qualsivoglia rappresentanza territoriale, ora lo scontro si sposta sulla mobilità". 

"Il sindaco, Marco Filippeschi, emana un’ordinanza che impedisce ai bus di sostare di fronte al terminal dell’aeroporto 'Galilei', al fine di aumentare l’utilizzazione del mega parcheggio faraonico (sottoutilizzato) del People Mover - sottolinea Ziello - per tutta risposta il loro segretario provinciale, pontederese doc, inveisce contro i rappresentanti istituzionali cittadini, del suo stesso partito, definendo l’ordinanza ‘incomprensibile’, dimenticandosi che i consiglieri comunali del PD hanno dato un indirizzo politico molto preciso (sbagliato), al sindaco, che prevede ulteriori investimenti sull’opera". 
"Premesso che il People Mover è un’infrastruttura aeroportuale davvero inutile, diventata, come era prevedibile, economicamente dannosa per la città, mi chiedo: il PD se non riesce neppure a coordinarsi tra il proprio segretario provinciale e il sindaco del capoluogo, per una questione attinente alla mobilità locale, come può pretendere di proporsi come forza di governo per l’intero Paese? La responsabilità, la serietà e la lungimiranza dovrebbero essere le caratteristiche principali per una classe dirigente che ambisce ad avere un ruolo di governo - conclude Ziello - questo teatrino è la riprova del loro fallimento politico“.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pisa usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cisanello, tragico tamponamento tra auto: neonato perde la vita

  • Lungarno Pacinotti: cede la paratia e precipita dalle spallette

  • Muore in bici travolto da un'auto

  • Travolto in bici da un'auto: la vittima aveva 22 anni

  • A Marina di Pisa sbarca il 'tempio' degli hamburger di qualità

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 15 e 16 febbraio

Torna su
PisaToday è in caricamento