Toscana Aeroporti, approvato il bilancio: "Guardiamo con fiducia al 2017"

Risultati positivi per i due scali toscani che hanno superato la soglia dei 7,5 milioni di passeggeri nel 2016

Il consiglio di amministrazione di Toscana Aeroproti ha approvato ieri, 15 marzo, il bilancio di esercizio e il bilancio consolidato al 31 dicembre 2016. Per la prima volta il numero dei passeggeri ha superato i 7,5 milioni fra Pisa e Firenze, con un incremento complessivo del 3,9%. L'aeroporto 'Galilei' di Pisa ha sfiorato i 5 milioni di passeggeri (+3,8%) e l'aeroporto 'Vespucci' di Firenze ha superato i 2,5 milioni di passeggeri (+3,9%). I ricavi operativi consolidati sono cresciuti a oltre 120 milioni di euro, con un margine operativo lordo di 29,3 milioni di euro, 16,1 milioni di risultato operativo consolidato e un risultato ante imposte di 15 milioni di euro. L'utile netto del gruppo è risultato di 9,8 milioni di euro, in salita del 15,5%. Determinante la plusvalenza di 1,6 milioni di euro per la cessione delle azioni dell'aeroporto di Firenze spa. L'indebitamento finanziario netto consolidato è lievemente salito da 12,7 milioni di euro del 2015 a 13,3 milioni dello scorso anno. La proposta di dividendo, pertanto, risulta essere di 0,498 euro per azione con un trasferimento del 95% degli utili.

"Si chiude un altro anno particolarmente positivo per Toscana Aeroporti - afferma il presidente Marco Carrai - con risultati record per entrambi gli scali di Pisa e Firenze. Risultati che sarebbero potuti essere ancor più soddisfacenti se non fossero stati inficiati da un numero straordinario di oltre 1.000 cancellazioni e dirottamenti subiti dall'aeroporto di Firenze". Questo, "principalmente a causa di avverse condizioni metereologiche a testimonianza di un'infrastruttura non adeguata alla domanda di passeggeri e al prestigio di Firenze e della Toscana nel mondo".
I due collegamenti extra Ue avviati nel 2016 con il Qatar e la Russia uniti a un primo bimestre del 2017 in crescita del 6,7%, conclude, "ci permettono di guardare con fiducia al 2017".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Veramente, l'infrastruttura adeguata a gestire la domanda di passeggeri, c'è. Solo che non la si sviluppa, preferendo puntare ad un pericoloso scalo vicino Firenze. E comunque, Carrai, a noi cosa ce ne frega se Firenze è penalizzata? Tanto la società è privata, mica pubblica come prima. Fatti vostri.

  • Insomma grande festa per l'azienda fiorentina e grandi prospettive per peretola, a Pisa invece siamo legati al solo low cost e con collegamenti costieri e verso l'interno della Toscana obsoleti e abbandonati. Praticamente un successone via...

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Droga, abusivi e guida fuori regola: forze dell'ordine in azione

  • Cronaca

    Controlli della Polizia Municipale: 113 sanzioni in un giorno per divieto di sosta e doppia fila

  • Cronaca

    Vecchiano: ladri danneggiano due scuole e il distretto sanitario

  • Cronaca

    Fornacette, scoperta discarica abusiva: cimitero da 81 auto e amianto

I più letti della settimana

  • Banca di Pescia e Cascina, convegno a Lucca

    Torna su
    PisaToday è in caricamento