Nautica, crisi ai Cantieri di Pisa: chiesta la cassa integrazione per i lavoratori

Lunedì prossimo in una riunione tra sindacati e istituzioni verrà fatto il punto per concordare le iniziative da intraprendere

E' ancora crisi ai Cantieri navali di Pisa, dopo la lunga vertenza sindacale che si era conclusa nel maggio 2015 con l'acquisto da parte di Mondomarine, azienda di Savona leader nel settore. Ora, a distanza di nemmeno due anni da quel passaggio di proprietà che aveva fatto tirare un sospiro di sollievo a lavoratori, sindacati e istituzioni, una nuova tegola si abbatte sull'azienda nautica pisana. Mondomarine infatti ha chiesto di mettere tutti e 33 i dipendenti in cassa integrazione a zero ore.

La Regione Toscana, su sollecitazione dei sindacati, ha così fissato un incontro per lunedì prossimo, 20 marzo, presso il centro per l'impiego di Pisa, per fare il punto della situazione. Alla riunione saranno presenti, oltre ai rappresentanti sindacali, Gianfranco Simoncini, consigliere per il lavoro del governatore Rossi, e l'amministrazione comunale di Pisa.

La riunione servirà non solo a fare un esame della situazione attuale, ma anche a stabilire le iniziative da intraprendere.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Persona investita da un treno in zona Pontedera: traffico ferroviario sospeso

    • Cronaca

      Regata delle Antiche Repubbliche Marinare per il Capodanno: vince Pisa

    • Cronaca

      Chianni, albero cade sulla linea elettrica: case al buio

    • Cronaca

      Automobilismo: all'ombra della Torre ecco la Dallara P217

    I più letti della settimana

    • Turismo a Volterra: aumentano le presenze nei musei ed in città

      Torna su
      PisaToday è in caricamento