Dalla Camera di Commercio 350mila euro per le imprese pisane che vogliono digitalizzarsi

Ecco come partecipare al Bando per i voucher digitali. Il presidente Tamburini: "Far prendere dimestichezza con le nuove tecnologie digitali a quante più imprese possibile”

Anche per il 2019 la Camera di Commercio di Pisa conferma l’iniziativa 'Bando voucher digitali I4.0'. Si tratta di 350mila euro di risorse proprie da dedicare alla concessione di voucher alle micro, piccole e medie imprese pisane per favorire l'impiego di servizi di consulenza e formazione finalizzati all’introduzione di nuove tecnologie digitali (avvalendosi di fornitori presenti in appositi elenchi quali Digital Inovation Hub, Centri di ricerca e trasferimento tecnologico, Competence center, incubatori certificati, FABLAB, start up innovativa, ecc.). Ma c’è un’importante novità rispetto al passato: la possibilità di recuperare parte delle spese sostenute per l’acquisto di hardware e software strumentali funzionali all'acquisizione delle tecnologie abilitanti di Impresa 4.0.

“Il digitale sta entrando sempre di più nell’operatività delle imprese indipendentemente dal settore dove queste operano. Per le aziende che non lo hanno ancora fatto, diventa quindi necessario non solo adeguarsi ma anche continuare a stare al passo con l’innovazione - afferma il presidente della Camera di Commercio di Pisa, Valter Tamburini - un’innovazione che, spesso neppure troppo costosa, ha però bisogno di qualcuno che sappia introdurla in azienda. Per questo, come Punto Impresa Digitale operante in provincia di Pisa, oltre ad un’intensa attività formativa, finanziamo questa azione con l’obiettivo di far prendere dimestichezza con le nuove tecnologie digitali a quante più imprese possibile”.

Nel concreto, le agevolazioni saranno concesse a fondo perduto in conto esercizio nella misura del 70% delle spese ammissibili fino ad un massimo di 7.000 euro, oltre un bonus di 250 euro per le imprese in possesso del rating di legalità. Ogni impresa potrà presentare al massimo una sola richiesta di contributo per attività di formazione e consulenza, avviate dal 1 gennaio 2019, che prevedano una spesa minima superiore a 3.000 euro. Le richieste dovranno pervenire esclusivamente alla casella di Posta Elettronica Certificata della Fondazione ISI, soggetto chiamato a gestire nel concreto la misura, dal 10 aprile 2019 al 15 luglio 2019.

L’elenco completo degli interventi ammessi al contributo, la modulistica e le modalità di invio della richiesta sono riportate nel bando disponibile sulla homepage della Camera di Commercio di Pisa (www.pi.camcom.it) e della Fondazione di partecipazione – ISI (www.fondazioneisi.org). Il soggetto chiamato a gestire il bando è la Fondazione di partecipazione – ISI, contattabile, per informazioni, alla mail: info@fondazioneisi.org.

Potrebbe interessarti

  • Incubo sveglia? 6 trucchi per diventare persone mattiniere

  • Lavastoviglie pulita e profumata: ecco i nostri consigli

  • Realmente i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Salute: a Pisa il primo centro clinico proctologico e del pavimento pelvico

I più letti della settimana

  • Luminara 2019: programma, informazioni e misure per la sicurezza

  • Il Pisa torna in serie B: esplode la festa in città

  • Scontro fra tre auto a Pontedera, una si cappotta: tre feriti

  • Torna il cinema sotto le stelle al Giardino Scotto: il programma di giugno

  • Rapina due studenti, poi si getta in Arno per sfuggire alla Polizia

  • Elezioni comunali, Pontedera-Ponsacco-San Miniato: tris del centrosinistra

Torna su
PisaToday è in caricamento