Coronavirus: "Prolungare i saldi, sgravi fiscali e più risorse sul sistema del credito"

Le proposte del consigliere regionale del PD, Antonio Mazzeo, per sostenere i settori maggiormente colpiti dal crollo delle presenze

"La Regione prolunghi i saldi per almeno altri 15 giorni". A lanciare la proposta è Antonio Mazzeo, consigliere regionale PD, che, insieme anche al presidente Eugenio Giani, a quello della Seconda Commissione Gianni Anselmi ed altri colleghi dem, sta lavorando a un pacchetto di misure da presentare quanto prima a sostegno di quei settori che, più di altri, stanno vivendo pesantissime ripercussioni a causa del crollo delle presenze nelle città toscane dovuto ai timori del contagio. "Oggi - afferma Mazzeo - secondo quanto previsto dal calendario regionale, si esaurisce il periodo previsto per i saldi di fine stagione. Ma vista la congiuntura straordinaria che si è venuta a creare a causa del coronavirus e le previsioni tutt’altro che rosee per il prossimo futuro, chiedo alla Regione di prorogare il periodo delle vendite promozionali invernali almeno per altri 15 giorni. In questo modo possiamo dare una mano concreta agli esercizi commerciali tenendo anche conto che, proprio quest’anno, non era stata fissata in anticipo la data di inizio dei saldi estivi e che dunque abbiamo la possibilità di rimodulare in itinere tutto il calendario di concerto con le categorie economiche".

"Credo sia assolutamente necessario - prosegue il consigliere - prevedere innanzi tutto un pacchetto di sgravi, agevolazioni e dilazioni fiscali per le categorie più colpite, a partire dal settore turistico intorno a cui si muove un indotto di migliaia e migliaia di persone. E al tempo stesso lanciare una grande campagna di comunicazione, insieme a Toscana Promozione, per attirare il più possibile, in questa fase, quanto meno la domanda interna. Una necessità che, in un territorio ad alta vocazione turistica come quello pisano, è ancora più impellente. Chiederò di poter agire, per quanto possibile, per sterilizzare l’effetto sull’immediato delle imposte regionali e chiederò che la giunta faccia poi la stessa richiesta al governo nazionale".

Infine, ma non certo meno importante, il tema della liquidità per le imprese: "Serve aumentare da subito le risorse a disposizione del ‘Fondo garanzia toscana’ perché le imprese devono sapere di poter accedere in maniera veloce, agevolata e garantita al credito in caso di bisogno. In questa fase serve uno sforzo straordinario da parte di tutti perché le conseguenze sociali di uno stallo della nostra economia sarebbero davvero drammatiche".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di tutto questo e "di altre possibili proposte da avanzare - conclude Mazzeo - ne parleremo la prossima settimana in II commissione", ma intanto sabato mattina "faremo un primo focus territoriale nel corso di una iniziativa che ho organizzato a Pontedera, al Centrum Sete Sois Sete Luas, e nella quale ho chiesto ad amministratori e cittadini di portare idee e proposte per il futuro della provincia di Pisa. È indubbio che questo tema è e sarà in cima all’agenda politica delle prossime settimane e credo sia fondamentale condividere da subito ogni possibile intervento e ogni possibile soluzione da mettere in campo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • Emergenza Coronavirus: distribuzione di mascherine a domicilio per i cittadini pisani

  • Coronavirus: al via i tamponi in auto, come i 'pit stop'

  • Coronavirus: 196 nuovi casi in Toscana, il dato più basso dall'inizio dell'epidemia

  • Coronavirus, i balneari pisani attendono con fiducia la bella stagione

  • Coronavirus: 175 nuovi casi in Toscana, il numero dei guariti supera i deceduti

Torna su
PisaToday è in caricamento