Cresce l'imprenditoria rosa in provincia: Pisa al 20° posto in Italia

I dati sono incoraggianti: in un anno le nuove imprese femminili sono aumentate di 195 unità. Il direttore di Confcommercio Pisa: "Spia significativa sullo stato di salute del territorio"

Cresce sempre di più la voglia di fare impresa da parte delle donne toscane e pisane. A confermarlo, i dati ufficiali dell'Osservatorio sull'Imprenditoria Femminile di Unioncamere, che ci consegna una fotografia delle imprese rosa nella nostra regione estremamente positiva.
La Toscana risulta infatti essere la regione leader in Italia, almeno nel periodo compreso tra marzo 2010 e marzo 2011, con un aumento percentuale di imprese rosa pari al +2%, crescita doppia rispetto alla media nazionale, che si attesta all'1%. Il numero assoluto di imprese femminili toscane è così pari a 99.404 imprese, con un tasso percentuale di femminilizzazione (cioè il rapporto di imprese femminili rispetto al totale delle imprese) del 23,9%, un dato superiore rispetto alla media nazionale che si ferma al 23,4% per un valore assoluto di 1.422.605 imprese femminili italiane.

Anche i dati che arrivano dalla provincia pisana sono positivi.
“E' senza dubbio lusinghiero il dato di crescita delle imprese femminili nella nostra provincia, praticamente doppio rispetto alla media nazionale - afferma Federico Pieragnoli, direttore Confcommercio Pisa - è bene sottolineare che il fenomeno delle imprese rosa è una spia estremamente significativa sullo stato di salute dell'intero sistema imprenditoriale di un territorio. Basti pensare al semplice dato sull'occupazione, in cinque anni l'occupazione creata dalle imprese rosa è cresciuta del +15%, cinque volte di più rispetto al 3% di quelle maschili".
"Per far fronte a questa nuova primavera delle imprese rosa - sottolinea ancora Pieragnoli - come Confcommercio Pisa abbiamo ricostituito il Gruppo Terziario Donna e aperto al pubblico lo Sportello Donna, un servizio ad hoc finalizzato ad assistere sotto tutti i punti di vista, economico, legale, contabile, formativo, burocratico, le neo-imprenditrici o aspiranti tali. Più di mille e duecento sono le imprese femminili iscritte oggi alla nostra associazione, un capitale professionale e umano straordinario, che intendiamo valorizzare al massimo”.

Nella graduatoria regionale Pisa si trova al quinto posto alle spalle di Prato, prima in tutta Italia, Arezzo, Pistoia e Lucca. Mentre invece nella classifica nazionale la nosra provincia si trova in 20ª posizione con una crescita percentuale del +2%, pari a 195 nuove imprese femminili nel periodo compreso tra marzo 2010 e marzo 2011. In totale, le aziende in rosa pisane si attestano a 9.925.

Potrebbe interessarti

  • Le curiosità dei nostri amici pelosi: 5 cose che non tutti sanno sui gatti

  • Falsi amici a tavola: 7 alimenti che non fanno dimagrire

  • Ragnetti rossi: cosa sono e come proteggere la casa dalla loro presenza

  • Stop al fumo: trucchi e consigli per riuscire a dire addio alle sigarette

I più letti della settimana

  • Tirrenia, malore mentre è in mare: muore 81enne

  • Via Sesia: fiamme in un appartamento

  • Si sente male sul patino a Marina di Vecchiano: muore 49enne

  • Rischia la paralisi dopo un tuffo: 16enne ricoverato a Cisanello

  • Santa Maria a Monte, con la bici contro un'auto: morto

  • Pioggia e temporali in Toscana: scatta l'allerta

Torna su
PisaToday è in caricamento