Lavoro a Pisa e provincia: con l’estate torna a crescere la domanda

Oltre 7mila i posti offerti dalle imprese pisane tra giugno e agosto. Il 70% degli ingressi nel terziario, un’assunzione su quattro nel manifatturiero

Sono 7.220, le posizioni offerte dalle imprese pisane con dipendenti nel trimestre giugno-agosto 2019. E' quanto emerge da un'indagine realizzata dalla Camera di Commercio di Pisa. Ad offrire opportunità di lavoro sono il 21,1% delle 9.620 imprese con dipendenti della provincia. Si tratta di un quota tutto sommato in linea rispetto alla media regionale (il 20,5%) e nazionale che si attesta al 21,7%. Nessuna particolare differenza si nota rispetto allo stesso periodo del 2018, quando i posti offerti furono 7.160: quindi appena un +0,8%. I dati segnalano come il 27% delle posizioni offerte riguardino figure femminili, il 33% lavoratori under 30. Le posizioni difficili da reperire rappresentano un valore ancora consistente: il 30% del totale. 

Quanto ai titoli di studio richiesti ai neoassunti a 2.480 sarà chiesto un diploma di scuola superiore (il 34% del totale), a 2.090 la qualifica professionale (29%) a 900 una laurea (il 13% degli assunti) mentre ai restanti 1.750 la scuola dell’obbligo (24%).

Turismo e manifatturiero

Considerando i settori di attività la parte del leone si concentra negli altri servizi (2.390 in totale) anche se rispetto al medesimo periodo del 2018 il comparto segnala una contrazione del 13%. Seconda posizione, in termini assoluti, per il manifatturiero (1.700 ingressi) anche se in questo caso si registra una crescita del 22% rispetto allo scorso anno. Terza piazza per il turismo che, complice la stagione estiva, con suoi 1.680 ingressi, segna un +15% rispetto alla scorsa estate. Il commercio (980 ingressi) mette invece a segno una contrazione del 5% mentre le costruzioni, con 470 assunzioni, arretrano di un 13%.

Le figure più ricercate

Tra le figure più ricercate: 690 assunzioni riguardano i camerieri di sala, 370 gli addetti ai servizi di pulizia, 260 per i banconieri di bar. Uscendo dal podio troviamo al 4° posto i commessi di negozio (160 assunzioni), seguiti da conducenti di mezzi pesanti e camion (150), muratori (150), addetti alle vendite nella grande distribuzione (140), cuochi pizzaioli (130), addetti all'amministrazione (110) e assistenti di vendita (110).

Il turismo spinge l’area pisana e volterrana

Considerando le aree di competenza dei Centri per l’Impiego, la domanda più consistente si rileva nelle aree con una maggior presenza di attività turistiche. A Pisa le assunzioni previste sono 3.480. Per quanto riguarda Pontedera gli ingressi saranno 2.100 mentre a Santa Croce le assunzioni previste saranno 1.220. L’area di Volterra chiude con 420 ingressi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si dà fuoco dopo la notifica di sfratto: morto 41enne

  • Ikea ritira dal mercato un bicchiere da viaggio: può contenere sostanze tossiche

  • Calendario 'Miss Nonna 2020': tra le protagoniste anche una signora di Bientina

  • Commercio: nuova apertura in piazza delle Vettovaglie

  • Donna scomparsa da Santa Maria a Monte: ricerche in corso

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 18 e 19 gennaio

Torna su
PisaToday è in caricamento