Scuola Sant’Anna: opportunità al MES - Laboratorio Management e Sanità

Pubblicati bandi per due assegni di ricerca e una borsa di studio

Il MES, Laboratorio di Management e Sanità dell’Istituto di Management della Scuola Superiore Sant'Anna, offre due assegni di ricerca ed una borsa di studio a supporto delle proprie attività di ricerca.
In particolare verranno assegnati:

  • Una borsa di studio post laurea su 'Attività di ricerca sullo studio dei comportamenti della popolazione per la creazione del valore sociale e la promozione dell’invecchiamento attivo". Il termine della presentazione della domanda è fissato per il 20 febbraio 2019;

  • Un assegno di ricerca nell’ambito della valutazione della performance dei sistemi sanitari attraverso l’elaborazione di dati amministrativi e di dati provenienti da indagini a utenti e professionisti. Il termine della presentazione della domanda è fissato per il 15 febbraio 2019;

  • Un assegno di ricerca 'Harmonization and integrative analysis of regional, national and international cohorts on primary Sjögren’s syndrome (PSS) towards improved stratification, treatment and health policy making'. Il termine della presentazione della domanda è fissato per il 25 febbraio 2019.

Le candidature pervenute saranno valutate sulla base dei titoli e di eventuale colloquio.

Le modalità di presentazione delle domande sono specificate nei relativi Bandi consultabili alla pagina News del sito dell'Istituto di Management.

Potrebbe interessarti

  • Sos pancia gonfia: le cause e i rimedi naturali più efficaci

  • Mantenere puliti i capelli: le abitudini più comuni da evitare

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

  • Calli e duroni che dolore! I consigli per gli inestetismi dei piedi

I più letti della settimana

  • Tutti con gli occhi al cielo: arriva l'eclissi di Luna

  • Scooter contro auto: muore 18enne

  • Trovato cadavere in un'auto con un coltello nel petto

  • All'ospedale Cisanello il metabolismo si studia in una stanza

  • Morto in scooter a 18 anni: la polizia cerca un possibile testimone chiave

  • "Ero al pronto soccorso", ma non era vero: 36enne torna ai domiciliari

Torna su
PisaToday è in caricamento