Guardia di Finanza, nuovo bando da 66 posti: chi può partecipare

Il bando è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale e scade il prossimo 21 febbraio Dai requisiti alla prova, passando per le modalità di iscrizione: tutto quello che c'è da sapere

Concorso Guardia di Finanza 2020: ci sono buone notizie per chi ha sempre desiderato intraprendere una carriera nelle Fiamme Gialle. Sulla Gazzetta Ufficiale di martedì 21 gennaio è stato pubblicato un nuovo bando finalizzato al reclutamento di 66 allievi ufficiali del ruolo normale, sia per il comparto ordinario che per l’aeronavale, ovviamente della Guardia di Finanza.

Terminata la selezione pubblica, i 66 candidati che risulteranno vincitori, avranno accesso al corso in Accademia della durata di tre anni (due anni come allievo ufficiale e un altro anno con il grado di sottotenente). Al termine del triennio avrà invece inizio il corso di applicazione di due anni, uno da sottotenenente e l'altro nel grado di tenente. Chi può partecipare? Quando scade il bando? Cosa bisogna fare per iscriversi? Vediamo nel dettaglio tutto quello che c'è da sapere. 

Concorso Guardia di Finanza 2020: i requisiti

Come tutte le selezioni pubbliche, anche questa per 60 allievi ufficiali della Guardia di Finanza, prevede alcuni requisiti per l'ammissione dei candidati. Secondo le informazioni contenute nel bando ufficiale, oltre ai requisiti previsti per tutti i concorsi pubblici, come il godimento dei diritti civili e pubblici, ci sono anche dei 'paletti' sull'età e il titolo di studio.

Concorso Guardia di Finanza 2020, 66 posti: il bando in versione integrale

Proprio l'età anagrafica è uno dei requisiti più stringenti: possono infatti partecipare soltanto i candidati tra i 17 anni e i 22 anni. Più semplicemente, saranno ammessi soltanto i nati tra il 1° gennaio 1998 al 1° gennaio 2003, esclusi gli estremi.

Ci sono limiti differenti per gli appartenenti al ruolo ispettori, sovrintendenti, appuntati e finanzieri (compresi gli allievi marescialli e gli allievi finanzieri del Corpo). Questi, infatti, non devono aver superato il giorno del compimento del 28° anno di età.

Invece, per quanto riguarda il titolo di studio, è richiesto un diploma di istruzione secondaria di secondo grado, valido ai fini dell’iscrizione ad un corso di laurea. Chi conseguirà il diploma nell'anno scolastico 2019/2020 verrà ammesso con riserva.

Concorso Guardia di Finanza 2020: scadenza e come iscriversi

Passiamo adesso alle modalità di iscrizione. Ricordiamo che il termine ultimo per presentare la domanda sono le ore 12 del 21 febbraio 2020. I candidati dovranno essere in possesso di un account di posta elettronica certificata (PEC), mentre la domanda va presentata esclusivamente tramite la procedura telematica, disponibile sul sito della Guardia di Finanza a questo link.

Concorso Guardia di Finanza 2020: la prova

Come avviene nella maggior parte dei concorsi, la selezione è strutturata in diverse fasi. Si inizia con una prova preliminare composta da test logico-matematici e culturali: tutte le informazioni su questa prima fase, dalla sede alla modalità di svolgimento, verranno pubblicate nella Gazzetta Ufficiale del 25 febbraio 2020.

Chi riuscirà a superare la prova preliminare avrà accesso a quella scritta, della durata di sei ore, che consiste nello svolgimento di un tema di cultura generale unico per tutti i candidati, con programma adeguato a quello degli istituti di istruzione secondaria di II grado. 

Dopo lo scritto i candidati dovranno sottoporsi alle prove fisiche e infine a quella orale, che verterà sulle seguenti materie:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • storia ed educazione civica
  • geografia
  • matematica
  • lingua inglese

Per aumentare il proprio punteggio i candidati potranno scegliere di sottoporsi ad una prova facoltativa in un'altra lingua straniera indicata nel bando, o in una prova di informatica.

fonte Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto travolge tavoli e clienti di una pizzeria in via dell'Aeroporto

  • Coronavirus e sovraffollamento, nuova ordinanza: positivi inviati in albergo

  • Meteo, il gran caldo ha i giorni contati: torna il maltempo

  • Cede controsoffitto all'interno dell'ospedale Cisanello

  • Coronavirus in Toscana: 5 nuovi casi, di cui 2 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana: 4 nuovi casi, di cui 2 a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento