Luminara, servono 160 persone per accendere i lumini: come fare domanda

La ricerca è rivolta a disoccupati, cassintegrati e studenti. Ecco tutte le info

In vista della Luminara del 16 giugno l’agenzia per il lavoro Etjca spa ha ricevuto l’affidamento per la selezione del personale da impiegare nell’accensione dei lumini. L’agenzia affidataria provvederà a selezionare 160 persone da reperire tra disoccupati, cassintegrati e studenti che, con un rapporto di somministrazione di lavoro, saranno incaricati della collocazione di bicchieri e accensione dei lumini sulla biancheria, precedentemente collocata sui ponti della città e sugli edifici dei Lungarni.

I candidati potranno inviare la richiesta di partecipazione alla mail: info.lucca@etjca.it (indicando nell’oggetto: Luminara 2019) e allegando fotocopia del documento di identità, tessera sanitaria o codice fiscale e curriculum vitae. In alternativa all’invio per e-mail, nella sola giornata di lunedì 10 giugno presso il Comune di Pisa in Vicolo del Moro 3, nella chiostra al piano terra dell’edificio, verrà organizzata una giornata di raccolta delle domande, che potranno essere consegnate a mano in orario 9-13 e 14.30-17.30. Per informazioni rivolgersi all’agenzia del lavoro Etjca spa in via Puccini 1940/v Porcari - Lucca, tel. 0583.1524961 - www.etjca.it.

Potrebbe interessarti

  • Le curiosità dei nostri amici pelosi: 5 cose che non tutti sanno sui gatti

  • Come far risaltare l'abbronzatura a fine estate: 4 semplici consigli

  • Stop al fumo: trucchi e consigli per riuscire a dire addio alle sigarette

  • Sabbia in casa: trucchi e consigli per liberarsene

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Peccioli: morta una donna

  • Maltempo: codice giallo per temporali nelle zone interne orientali della Toscana

  • Si sente male in agriturismo: morto

  • Cascina: il corpo di un 64enne ritrovato dietro la chiesa dell'Arnaccio

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

  • Alcol e droga a 16 anni: ricoverata in gravi condizioni

Torna su
PisaToday è in caricamento