Cantieri di Pisa, il Comune: "Navicelli non può revocare le concessioni"

Sulla proposta della Cgil interviene l'assessore alle Attività Produttive Giuseppe Forte: "Continuare sulla strada già aperta. Per trovare una soluzione legittima e inattaccabile che risolva il problema dei lavoratori e della ripresa dell’attività produttiva"

"Negli incontri svolti negli ultimi giorni, in Comune e in Regione, per affrontare la crisi industriale dell’azienda 'Cantieri di Pisa', nei quali ci è stata esposta la manifestazione d’interesse proposta il giorno 9 marzo 2015 dalle società 'Pisa Superyachts S.r.l.' e 'I Mastri di Cantieri di Pisa Società Cooperativa' in accordo per l’acquisizione del ramo di azienda 'Cantieri di Pisa' nell’ambito della procedura competitiva indetta dal Tribunale di La Spezia non erano emerse proposte che riguardassero la revoca delle concessioni demaniali. Era invece stata riportata l’informazione di un’intesa che comprendeva il titolare della concessione demaniale, disponibile a cedere suoi diritti in un progetto condiviso per la soluzione del concordato Baglietto, che prevedeva anche l’impiego della sua proprietà". Ad affermarlo in un comunicato è l'assessore alle Attività Produttive del Comune di Pisa Giuseppe Forte che interviene sulla proposta lanciata dalla Cgil di revocare le concessioni demaniali ed assegnarle con bando ad evidenza pubblica, destinandole a soggetti che esercitino attività produttiva.

"La revoca delle concessioni, secondo quanto già rilevato in fasi precedenti della vicenda e attestato da pareri legali, è vincolata da stringenti condizioni di carattere giuridico, perché la società Navicelli di Pisa S.p.A. non può esporsi a gravi rischi di contenzioso e perché si comprometterebbero le condizioni del concordato, con potenziali danni a carico di tutti gli interessati - prosegue Forte - si deve procedere sulla strada già aperta e profilatasi con la manifestazione d’interesse garantendo la legittimità di ogni atto e la massima collaborazione della società Navicelli di Pisa S.p.A., delle istituzioni locali e della Regione Toscana per favorire il prevalere di una proposta che risolva il problema dei lavoratori e della ripresa delle attività produttive. Risolto positivamente il concordato, con le imprese al lavoro sul canale - conclude Forte - la società Navicelli di Pisa S.p.A. procederà a nuova gara pubblica. Per assegnare le concessioni demaniali la soluzione passa necessariamente per l’effettuazione di una gara pubblica che abbia come elementi premianti il lavoro e lo sviluppo nel territorio".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore in bici travolto da un'auto

  • Cede il fondo stradale: chiuso cavalcavia della superstrada

  • Travolto in bici da un'auto: la vittima aveva 22 anni

  • Lungarno Pacinotti: cede la paratia e precipita dalle spallette

  • Coronavirus, l'epidemiologo fa il punto: "Massima allerta, ma niente panico"

  • A Marina di Pisa sbarca il 'tempio' degli hamburger di qualità

Torna su
PisaToday è in caricamento