Saline di Volterra, il sindaco: "Ci sono ipotesi di rilancio, ma serve attenzione della Regione"

Chiesto un incontro dal sindaco Buselli con l'assessore regionale alle attività produttive Simoncini, per stabilire con l'ente territoriale i prossimi passi. "Non devono essere persi posti di lavoro" ha ammonito il primo cittadino

Il sindaco di Volterra Marco Buselli ha visitato insieme ad una delegazione del Comune lo stabilimento della Atisale, valutando insieme ai vertidi di Smith l'attuale momento dell'azienda e le strategie future di rilancio. C'è ottimismo, ma per il primo cittadino è importante che la Regione Toscana faccia sentire la sua voce sulla questione. Per salvaguardare il futuro della ex Salina di Stato Buselli chiede un incontro all'assessore regionale alle attività produttive Gianfranco Simoncini.

Sul momento di difficoltà il sindaco Buselli spiega che "L’azienda Atisale, ma non Locatelli, che ha acquisito la gran parte dello stabilimento, sembra essere in difficoltà economiche, anche in relazione al percorso sul piano industriale della ex Salina di Stato, piano a suo tempo intrapreso in Regione. L'altro giorno una delegazione comunale, rappresentata da me, dai consiglieri Tiziana Garfagnini e Federico Berni e l'assessore Gianni Baruffa, è stata ricevuta nello stabilimento. Ci sono ipotesi di rilancio, che sta seguendo l'assessorato, su cui però bisogna fare il punto con la regia della Regione Toscana. Non debbono essere persi posti di lavoro e devono continuare gli investimenti in tema di sicurezza".

Nella giornata di giovedì il primo cittadino ha incontrato i vertici di Smith insieme al sindaco di Pomarance Loris Martignoni. "L'occasione è stata utile – racconta Buselli – per ricordare lo sforzo che viene fatto dalle amministrazioni comunali, visto anche il recente riconoscimento per cui, secondo i dati di Bankitalia, Volterra sarebbe la seconda fra venti città toscane più rappresentative prese a riferimento, per le tasse comunali più basse. Piccoli sgravi ed agevolazioni ulteriori erano state riconosciute anche nel recente passato alla storica azienda di Saline di Volterra. Per il futuro sviluppo industriale dell’area dobbiamo favorire il consolidamento e il rilancio delle aziende storiche presenti sul territorio. Per questo nel pacchetto di misure c’è anche la 'Tasi zero' per le attività produttive".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il carrello pieno alle casse automatiche pagano un solo articolo: arrestati

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 12 e 13 ottobre

  • Supermercati: nuovo punto vendita Conad a Santa Croce sull'Arno

  • Incidente tra due auto e un camion all'ingresso della Fi-Pi-Li

  • Lutto a Pisa: è morto l'ex sindaco Oriano Ripoli

  • La pizza di Luca D'Auria riconosciuta dal Gambero Rosso

Torna su
PisaToday è in caricamento