Vicenda Smith Bits, confronto positivo al Ministero: ritirata la mobilità

Presso il Ministero per lo sviluppo economico c'è stato il confronto fra l'azienda, i lavoratori ed i sindacati. Scongiurato il licenziamento collettivo: una parte della produzione resta a Saline con l'attivazione degli ammortizzatori sociali

La situazione resta difficile, ma intanto la chiusura è scongiurata. L'azienda ha ritirato la procedura di mobilità, non procedendo sulla strada del licenziamento collettivo che interessava 193 dipendenti. Parte di questi, quelli necessari a portare a termine le produzioni in corso, torneranno al lavoro a breve. Per gli altri saranno attivate la cassa integrazione ordinaria per il primo periodo di contrattazioni e poi la straordinaria, che verrà poi valutata in base al piano industriale che verrà presentato.

Sarà aperto anche un tavolo fra Eni, Enel, Istituzioni e la multinazionale Schlumberger che controlla la Smith per capire quali altre attività poter allocare a Saline, nell'ottica dello sviluppo e salvaguardia occupazionale di coloro che rimarranno fuori dall'attività di produzione scalpelli. Terminerà quindi il blocco delle merci posto in essere dai lavoratori, al fine di far ripartire l'attività.

All'incontro di oggi al Mise c'erano il governatore Enrico Rossi, il collaboratore del presidente Gianfranco Simoncini, i sindaci di Volterra, Montecatini Val di Cecina e di Pomarance, i sindacati e i rappresentanti dell'azienda, con in testa l'amministratore delegato Giuseppe Muzzi. "Adesso si apre una delicatissima fase negoziale – ha commentato il sindaco di Volterra Buselli – la situazione resta tutt'altro che risolta". L'accordo infatti dovrà essere messo al vaglio dei lavoratori e proseguire l'iter di trattativa.

In campo la Regione Toscana, fiducioso Rossi per il rilancio: "L'obiettivo è quello di verificare la possibilità di fare dello stabilimento di Saline anche un centro di manutenzione, stoccaggio e servizi. Se poi nel corso della trattativa l'azienda deciderà di fare investimenti, innovazione e ricerca, la Regione é disponibile ad intervenire attraverso i fondi europei. Chiederemo al gestore dell'energia (Enel) di applicare alla Smith uno sconto sulla bolletta energetica praticato alle aziende che hanno sede nei comuni geotermici. E abbiamo buone speranze che questo sia possibile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piena dell'Arno e maltempo: la diretta della giornata

  • Passano la piena e la paura: Arno in calo LA DIRETTA

  • Arno a Pisa, il sindaco: "Piena contenuta dalle spallette"

  • Piena dell'Arno a Pisa: negozi chiusi dalle 18.30, lunedì scuole chiuse

  • Piena dell'Arno: attivata la procedura di sicurezza, lungarni chiusi

  • Piena dell'Arno, fase di picco attesa per la tarda serata: "Ci siamo mossi in anticipo, siamo pronti"

Torna su
PisaToday è in caricamento