Teatro del Silenzio: gran finale per la rassegna "Eccellenze nascoste"

Con il concerto al pianoforte di Giuseppe Santucci, collaboratore di Andrea Bocelli, si è chiusa la rassegna, ideata dallo stesso tenore di Lajatico, in attesa dell'appuntamento di domani sera

Andrea Bocelli

“Da stasera Giuseppe Santucci non è più un'eccellenza nascosta, ma una splendida realtà”. Con queste parole Andrea Bocelli ha sancito la fine del concerto per pianoforte del suo collaboratore Giuseppe Santucci che si è esibito l'altra sera in Piazza Vittorio Emanuele a Lajatico, davanti a oltre 200 persone. Si è trattato del secondo e ultimo appuntamento di “Eccellenze nascoste – da un'idea di Andrea Bocelli”, la rassegna organizzata dall'associazione Teatro del Silenzio per far emergere artisti non ancora conosciuti al grande pubblico, associando l'arte e la cultura a Lajatico e al suo territorio. Un binomio sublimato dal video “Notte Illuminata”, in cui il tenore canta sulle immagini delle colline e dei luoghi a lui cari e che è stato proiettato prima del concerto di Santucci al Teatro Comunale.

Grandi applausi hanno salutato i titoli di coda di “Notte illuminata”, il microfilm con musiche di Händel, Wagner, Beethoven, Strauss, Liszt, Fauré e Gounod, interpretate da Andrea Bocelli, prodotto da Almud e diretto da Alberto Bartalini. Con questo progetto il grande tenore toscano e il Teatro del Silenzio, col sostegno del Comune di Lajatico, della Banca Popolare di Lajatico, dell'Unione dei Comuni e di tutti gli altri protagonisti coinvolti, hanno fatto scoprire a tutto il mondo alcuni angoli del nostro entroterra pisano, rimasti finora più nell'ombra. “La musica e questa terra si sono dati la mano, facendosi conoscere al mondo - ha detto Bocelli - in un momento in cui la poesia e l'arte sembrano l'unica strada da percorrere per dare speranza di un futuro migliore all'umanità”.

“L'attività dell'Associazione Teatro del Silenzio - ha spiegato il presidente e sindaco di Lajatico Fabio Tedeschi - punta proprio a promuovere il nome del nostro paese e del territorio in cui è inserito. Il legame fra Lajatico e l'arte, la cultura, il bel canto e tutte quelle arti che stiamo utilizzando per valorizzare questa terra stanno avendo i frutti sperati. Fino a poco tempo fa Lajatico era forse più conosciuta all'estero, grazie alla fama di Andrea Bocelli, che in provincia di Pisa. I successi dello scorso anno e dell'edizione del 2011, come dimostrato dalle numerose presenze ad “Art food” di Giovanni Maranghi e al concerto di Santucci, hanno fatto conoscere la nostra realtà anche al grande pubblico che vive nelle vicinanze. E questo significa che saremo chiamati a un compito molto difficile, ma importante come quello di rinnovarci sempre per essere un luogo di attrazione per chi cerca qualità di vita o almeno interessanti iniziative a cui partecipare”.

“Eccellenze nascoste” è un'iniziativa dell'Associazione Teatro del Silenzio, in collaborazione con Comune di Lajatico, Banca Popolare di Lajatico e Almud. Il primo appuntamento, che si è svolto il 5 luglio scorso, ha avuto come protagonista il pittore di Lastra a Signa Giovanni Maranghi che con le sue apparecchiature urbane nella mostra “Art food – cibo per la mente” ha dislocato per il centro storico di Lajatico 25 quadri appositamente creati per questa occasione e che rimarranno esposti fino al 30 settembre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella sanità pisana e mondiale: è morto il professor Franco Mosca

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus: stop alla distribuzione gratuita delle mascherine nelle farmacie

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Pratale-Don Bosco: muore in casa a 37 anni

  • Perde il controllo e si ribalta: il conducente esce prima che le fiamme distruggano l'auto

Torna su
PisaToday è in caricamento