Lotta all'Aids: la Stazione Leopolda ospita una giornata di confronto

Il prossimo giovedì 1 dicembre, in occasione della "Giornata Mondiale per la lotta all'Aids", si svolgerà anche a Pisa un evento che coinvolgerà circa 500 studenti del territorio per affrontare il tema Hiv

Rilanciare la lotta alla “peste del secolo”. Giovedì prossimo 1 dicembre, in occasione della “Giornata mondiale per la lotta all’Aids”, a Pisa sarà la Stazione Leopolda, dalle 9 alle 13, a ospitare l’ormai consueta iniziativa di incontro e confronto promossa dai soggetti impegnati, sul territorio, nell’attività di prevenzione e contrasto al contagio da virus Hiv. Un fronte che vede, in prima linea, l’associazione Salus, operante da oltre un decennio con campagne di informazione su tutte le malattie sessualmente trasmissibili (Mst), rivolte con particolare attenzione ai giovani e in special modo agli studenti delle prime classi superiori.

Campagne che hanno visto e vedono i volontari lavorare in sinergia con le istituzioni locali: Provincia di Pisa, Sds-Società della salute Area Pisana, Azienda Usl 5, Aop-Azienda ospedaliero universitaria Pisana, sviluppando interventi attuati con la partecipazione di medici e di personale infermieristico dell’Unità malattie infettive.

Tra le esperienze messe in campo nel 2010-11, quella che ha coinvolto i ragazzi dell’Istituto d’arte Russoli in momenti di formazione (nel solco del progetto “Educazione Tra Pari”, in collaborazione con la Usl 5) e anche di informazione, in questo senso con un ruolo di protagonisti. Saranno proprio questo giovani ad animare, giovedì prossimo, una parte del programma della giornata, quella dal titolo “La Prevenzione dell’HIV e delle malattie sessualmente trasmesse: quale stile di vita?”.

Agli "stati generali anti Aids" di Pisa e del suo territorio (titolo dell’edizione 2011 è “Salta l'ostacolo, informati e proteggiti”) prenderanno parte oltre 10 istituti superiori di tutta le realtà locale, per un numero complessivo di circa 500 studenti: i quali alla Leopolda, come ogni anno, ricorda per la Provincia l’assessore al sociale Anna Romei, “avranno anche la possibilità di svolgere colloqui informativi e di effettuare il test Hiv con personale sanitario dell’Unità malattie infettive Aoup”. Quest’ultima, con i propri medici, presenterà inoltre un “Aggiornamento sulla diffusione odierna del contagio: nel mondo, in Italia e sullo scenario pisano”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E ancora, altri passaggi salienti nella scaletta del 1° dicembre saranno: la proiezione del video “Scelte inconsapevoli” (testimonianze di vita, raccolte da Salus, di persone sieropositive e affette da Aids) e la rappresentazione di “Complimenti per la trasmissione”, giochi teatrali su consapevolezza, prevenzione e pregiudizio, messi in scena dalla compagnia “Ada, Arsenale delle apparizioni – Le Blatte”, con la partecipazione attiva dei ragazzi in sala.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'ospedale Cisanello si prepara al picco: "E' previsto nel prossimo fine settimana"

  • Coronavirus: muore studente universitario di 30 anni

  • Trovato morto in Austria: avviate le indagini

  • Coronavirus: 254 nuovi casi in Toscana, 3.226 i contagi 

  • Coronavirus e commercio: dichiarato lo sciopero per punti vendita e supermercati

  • Coronavirus: 224 nuovi casi positivi in Toscana

Torna su
PisaToday è in caricamento