'The erratics': mostra di Darren Harvey-Regan

The Erratics è il titolo della personale che Darren Harvey-Regan concepisce per la Galleria Passaggi. La mostra si compone di un nucleo di opere fotografiche inedite: The Erratics (exposure), che hanno come oggetto formazioni rocciose del deserto erose dal vento e dalla sabbia, e The Erratics (wrest), fotografie che ritraggono una serie di sculture realizzate dall'artista stesso, utilizzando massi di gesso raccolti lungo la costa meridionale dell'Inghilterra. In geologia il termine Erratics (erratiche) indica quelle rocce trasportate a fondovalle da un ghiacciaio. Una volta che il ghiaccio si è ritirato, queste grandi formazioni rocciose, lontane dal loro luogo di origine, si trovano a occupare un'insolita posizione in mezzo alla pianura. Nel lavoro dell'artista il termine rimanda a un duplice dislocamento, sia quello attuato tramite l'atto fotografico, "Il levare" qualcosa dal suo ambiente, sia lo spostamento dei massi di gesso. "Erratic", fa notare Harvey-Regan, è un termine che deriva dal latino "errare", i cui significati comprendono "vagare senza meta" e "deviare dal vero". Sono suggestioni che in maniera indiretta si riferiscono ad alcune motivazioni alla base del progetto, ideato durante una fase di impasse creativa, in cui l'artista ha sentito il bisogno di confrontarsi con la dimensione astratta, trovando nel celebre saggio di Wilhelm Worringer del 1906 Astrazione e empatia, una fonte di ispirazione.

Secondo Worringer astrazione e empatia rappresentano due idee regolatrici che sottendono diverse forme di intenzionalità artistica e di figurazione: l'empatia risponde al bisogno di connettersi al mondo visibile immedesimandosi con esso e rappresentandolo, mentre l'impulso verso l'astrazione è sintomatico di un rapporto più distaccato dal mondo, del bisogno di distillare linee, forme e colori dal caos delle apparenze fenomeniche. Harvey-Regan spiega che la lettura del saggio di Worringer è strettamente legata all'evoluzione della sua pratica fotografica.

Per rompere questa forma di stallo e soddisfare il suo bisogno di relazione e di contatto diretto con le forme naturali, l'artista si reca in Egitto, dove realizza una serie di fotografie dei monoliti gessosi del deserto occidentale. Queste immagini, The Erratics (exposure), diventano punto di riferimento per la realizzazione di sculture realizzate in studio.

Biografia 

Darren Harvey-Regan (Exeter, Inghilterra 1976), vive e lavora a Londra. L'artista ha esposto in numerose mostre in spazi pubblici e privati. Tra le personali ricordiamo: A Shifting Sense of Things, Sumarria Lunn, Londra (2013), Phrasings, The Ravestijn Gallery, Amsterdam (2013), A Collection of Gaps, Phoenix, Exeter (2011) e Fact, Room Gallery, Londra (2011). Le mostre collettive includono A History of Photography, Victoria & Albert Museum, Londra (2014), Act & Application, Lawrie Shabibi, Dubai, EAU (2014), GeoGráfica, FOTOTROPIA, Città del Guatemala, Guatamela (2013), I'll Be Your Mirror, Monte Vista, Los Angeles e Nancy Kranzberg Gallery, St Louis, USA (2012), The Animal Gaze Returned, Cass Gallery, Londra (2011), Object Dada, Edel Assanti, Londra (2011), Catlin Art Prize, London (2011), New Contemporaries, ICA, Londra (2010). Nel 2009 riceve il premio Leverhulme Trust; l'artista fa parte del collettivo Hal Silver.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • 'Dalle macchine di Leonardo all’Industria 4.0', mostra al Museo Piaggio di Pontedera

    • dal 30 novembre 2019 al 29 febbraio 2020
    • Museo Piaggio
  • Territorio, comunità, architettura nella Toscana di Olivetti

    • Gratis
    • dal 20 dicembre 2019 al 13 aprile 2020
    • Museo della Grafica
  • 'Hello world! l'informatica dall'aritmometro allo smartphone'

    • Gratis
    • dal 10 ottobre 2019 al 30 aprile 2020
    • Centro Congressi Le Benedettine

I più visti

  • Carnevale di Orentano

    • solo domani
    • 23 febbraio 2020
    • Orentano
  • Carnevale di Bientina

    • solo domani
    • 23 febbraio 2020
  • 'Dalle macchine di Leonardo all’Industria 4.0', mostra al Museo Piaggio di Pontedera

    • dal 30 novembre 2019 al 29 febbraio 2020
    • Museo Piaggio
  • Territorio, comunità, architettura nella Toscana di Olivetti

    • Gratis
    • dal 20 dicembre 2019 al 13 aprile 2020
    • Museo della Grafica
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PisaToday è in caricamento